Home Cronaca Cronaca Ancona

Vertice clima Katowice, Marche presenti con Monsano

0
CONDIVIDI
Monsano

Al vertice sul clima e l’energia di Katowice (Polonia), promosso dalla Nazioni Unite, le Marche erano presenti con Monsano (AN).

Il Comune era ospite dello spazio informativo e negli incontri organizzati dalla Comunità europea. È stato invitato come vincitore, nei mesi scorsi, della prima edizione del premio assegnato dal Patto dei sindaci, conferito anche alle città di Sonderborg (Danimarca) e Barcellona (Spagna). Il riconoscimento è andato alle amministrazioni locali impegnate a diminuire di almeno il 40 per cento le emissioni di CO2. A Katowice Monsano ha svolto il ruolo di ambasciatore delle buone pratiche attuate e quindi attuabili da un piccolo comune.

“Sono felice che Monsano abbia avuto questa prestigiosa vetrina mondiale per promuovere le Marche e, soprattutto, per mostrare che tutti possiamo fare qualcosa di importante per contenere i cambiamenti climatici – ha commentato l’assessora regionale Manuela Bora, ambasciatrice del Patto – Le buone pratiche devono divenire le pratiche quotidiane: non un’eccezione, ma una modalità e una prassi per amministrare le comunità con scelte e decisioni sostenibili”. Nelle giornate del 10 e 11 dicembre, il sindaco Roberto Campelli ha partecipato a numerosi incontri: “È chiaramente emersa la necessità, non più revocabile, di ridurre drasticamente l’uso delle fonti fossili e di puntare sulle rinnovabili. La Comunità europea, è stato assicurato, finanzierà progetti per le rinnovabili per circa 30 miliardi di euro nei prossimi tre anni. Un’occasione da cogliere per progredire e crescere nella giusta direzione”. Campelli è stato anche relatore al meeting sulle buone pratiche che i Comuni e le municipalità possono mettere in atto. È intervenuto, in particolare, sulle criticità idrogeologiche per la messa in sicurezza dell’ambiente. Il vice presidente finlandese del Comitato europeo delle regioni, Marcus Markkula, ha riferito il sindaco, “ha apprezzato tutti i nostri progetti realizzati e quelli in cantiere, sottolineando come i sacrifici fatti abbiano portato a grandi risultati”. Tra i progetti presentati a Katowice, Campelli ha evidenziato quelli per la mobilità sostenibile “casa scuola” e “casa lavoro” (convenzione con Jesi per il raddoppio delle corse con bus a metano, biciclette elettriche a noleggio, camminamenti alternativi per il pediBus), il monitoraggio delle frane attive, l’aumento del 50 per cento della produzione di energia solare in tre anni, la piantumazione di 400 nuovi alberi a fronte dei 60 abbattuti, la costruzione del Centro ambiente che ha portato la differenziata domestica all’80 per cento. Un focus particolare l’ha dedicato alla progettazione per la bonifica da cromo esavalente del sito ex Sima, con i risultati già raggiunti attraverso il progetto pilota in corso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here