Home Cronaca Cronaca Ancona

51 enne extracomunitaria aggredisce negoziante e tenta di rapinarlo

0
CONDIVIDI

ANCONA 22 GIU.  Ieri sera, poco prima della chiusura dei negozi, al 113 della Questura perveniva una richiesta di aiuto da parte di un cittadino extracomunitario, originario del Bangladesh, titolare di un negozio di alimentari sito nella zona di Piazza Ugo Bassi, il quale alquanto agitato ed impaurito riferiva al poliziotto della Sala Operativa di essere stato aggredito e minacciato da una donna, che aveva tentato di impossessarsi dell’incasso della giornata.

Sul posto venivano inviate immediatamente le Volanti di zona che trovavano la donna la quale non solo era rimasta dentro all’esercizio commerciale dopo aver aggredito il titolare, ma, incurante della presenza della polizia, continuava il suo comportamento iroso ed offensivo nei confronti del commerciante.

Il richiedente spiegava ai poliziotti che la donna, una cittadina extracomunitaria, regolare sul territorio nazionale, classe 1966, originaria del Centro America, alle ore 20.00 circa entrava nel negozio e dopo aver girovagato tra gli scaffali prelevava con disinvoltura due lattine di birra dal frigorifero e poi si portava all’esterno del locale senza corrispondere il dovuto, bevendo di fronte alla vetrina, davanti agli occhi esterrefatti del titolare.

Il commerciante usciva dal mini market e raggiungeva la cliente pretendendo il pagamento di quanto consumato.

Per tutta risposta la donna rientrava nel negozio ma invece di pagare la birra, con mossa fulminea e imprevedibile afferrava dall’espositore della frutta delle pesche, mele, albicocche, pere e le scagliava uno contro l’altra contro il malcapitato che tentava di parare i colpi che giungevano a raffica.

Non paga del lancio di frutti, la 51enne scorgeva un contenitore da cui sporgeva uno straccio utilizzato per le pulizie, pieno ricolmo di acqua: come un felino si avventava sul secchio e con forza rovesciava acqua e sapone addosso al negoziante lasciandolo basito e completamente zuppo.

La donna visto che la sua vittima era attonita ed immobile, tra urla e improperi non desisteva, ma, anzi agguantava una bottiglia di vino tentando di mirare alla testa.

L’uomo resisteva e si difendeva tanto da riuscire ad afferrare e disarmare la donna.

Improvvisamente la cittadina extracomunitaria con una fragorosa risata si rivolgeva con strafottenza al negoziante e con calma, come un giocatore che spilla piano piano una carta, apriva la sua borsetta e afferrava oggetto acuminato sferzando dei colpi contro l’uomo che pur di ripararsi il volto veniva ferito all’avambraccio destro.

Seppur ferito riusciva a sfuggire alla donna nascondendosi dietro al bancone e a comporre il 113 della Questura per richiedere aiuto.

Nonostante avesse visto che il commerciante contattava la Polizia, spavalda continuava con il suo comportamento aggressivo, tanto da minacciarlo con la lama e intimandogli di consegnarle l’intero incasso della giornata.

Provvidenziale l’arrivo degli agenti della Squadra Volante.

Udite le sirene, la 51enne desisteva dal suo intento pur rimanendo all’interno del locale.

Identificata, gli agenti rinvenivano dentro alla borsetta della donna una lima in metallo della lunghezza di circa 15 cm con punta acuminata, oggetto questo, riconosciuto dalla vittima come l’arma utilizzata per compiere il reato.

Dopo le formalità di rito veniva tratta in arresto per il reato di rapina aggravata dall’uso dell’arma e lesioni personali aggravate ed associata al carcere femminile di Villa Fastigi di Pesaro.



Loading...