Home Politica Politica Ancona

Ancona, il sindaco Mancinelli fa il punto sulle frazioni

0
CONDIVIDI
Ancona
Conferenza stampa ad Ancona

E’ stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa il punto sui lavori nelle frazioni. Alla conferenza erano presenti il sindaco Valeria Mancinelli insieme con gli assessori alle Manutenzioni e partecipazione democratica Stefano Foresi, al Lavori pubblici Paolo Manarini e allo Sport Andrea Guidotti.
“Facciamo il punto sulle frazioni – ha detto il sindaco – non perché siano una realtà speciale rispetto al resto della città, ma perché ne sono parte integrante. Su questo tema c’è un confronto aperto con i Consigli territoriali di partecipazione 8, che raggruppa le frazioni del mare, e 9, che riunisce quelle della collina”.
Sindaco e assessori hanno presentato uno schema dettagliato dei lavori fatti, di quelli appaltati e di quelli finanziati, suddiviso per settori: scuole, edifici e infrastrutture, strade, cimiteri, videosorveglianza, parchi e giardini, illuminazione pubblica e aggregazione sociale. “Come nel resto della città – ha spiegato la prima cittadina – molte sono le cose già fatte e molte sono ancora da fare, per una ragione ovvia: perché le risorse economiche, organizzative e di personale, di cui in generale le pubbliche amministrazioni oggi dispongono, non sono mai sufficienti, quindi si deve necessariamente ricorrere a una programmazione pluriennale, che presuppone che una parte degli interventi sia frazionata negli anni”.
“Il totale dei residenti nelle frazioni – ha proseguito il sindaco – è inferiore ad esempio alla somma degli abitanti dei due quartieri di Torrette e Collemarino, ma le strade su cui siamo intervenuti nelle frazioni sono in numero ampiamente superiore, quindi queste ultime non sono trattate peggio del resto della città”.
Rispetto a questo settore il report dell’Amministrazione elenca puntualmente gli interventi. Sono stati citati, tra i lavori fatti, all’Aspio la sistemazione delle caditoie, altre manutenzioni (passaggi pedonali e altra segnaletica orizzontale) e il passaggio pedonale con lampeggianti all’ingresso ingresso scuola dell’infanzia; a Gallignano la strada Gallignano-Sappanico e via Monteferro (da Casine di Paterno a Sappanico); al Ghettarello la realizzazione di due passaggi pedonali rialzati; a Candia l’intervento su via Candia da Via I Maggio e su via Grancia e poi sulla strada di Varano dagli Angeli di Varano a Varano e dalla Cameranense a Varano, alla strada vecchia di Passo Varano, sulla strada di Montacuto dalla Cameranense a Montacuto e su via Gradina al Poggio. Tra i lavori appaltati sono stati indicati quelli dall’Aspio a Montesicuro\Cimitero, da Gallignano a Casine di Paterno, dall’Aspio a Candia, su via del Castellano, oltre alla nuova segnaletica orizzontale di margine sulla strada comunale Sappanico-Gallignano, la ciclabile che arriva fino al parcheggio di Portonovo; la nuova segnaletica orizzontale di margine Varano-Angeli e Varano-Trave. Gli appalti finanziati 2022 riguardano infine la strada della Madonnetta dal Pinocchio al bivio con via Alpi, il parcheggio pubblico in zona Crocefisso a Varano, la via di Montacuto da Montacuto alla Strada provinciale del Conero; la pavimentazione dell’area centrale di Montacuto, le strade interne del Poggio.
Il sindaco ha fatto poi riferimento ai numerosi interventi per il posizionamento dei giochi nelle aree verdi e agli interventi per la videosorveglianza. “Le telecamere – ha detto – non si mettono solo in centro”.
L’assessore Foresi ha sottolineato in modo particolare la proficua collaborazione con i Ctp 8 e 9: “L’organizzazione con i Ctp ci ha aiutato molto. Lavoriamo costantemente in collaborazione e le idee e le esigenze che sono rappresentate negli incontri, nei quali sono sempre stato coinvolto, diventano poi progetti della giunta, condivisi con gli altri assessorati e in particolare con i Lavori pubblici. Le strade hanno un lotto dedicato e, per quanto riguarda i giochi per i bambini, su 12 interventi 9 sono per le frazioni. Il confronto coi Ctp ha portato idee nuove, come i percorsi pedonali, a Candia, in via Appennini, tra Casine e la selva di Gallignano, che nascono dai suggerimenti di chi sta sul territorio. Anche il progetto dei campetti ha interessato le frazioni, per tre spazi che avevano bisogno di un intervento. Ovunque, inoltre, abbiamo portato avanti un lavoro importantissimo di riqualificazione dell’illuminazione”.

Foresi ha poi approfondito il progetto delle videocamere: sono già operative a Varano, a Paterno, a Sappanico, al centro di Candia. Ora si continua con Montesicuro, Gallignano, Ghettarello. Non abbiamo fatto tutto, ma siamo sul pezzo e sappiamo quali sono i problemi. I Ctp funzionano bene perché stanno sui problemi”.

E’ stato poi affrontato il tema dei cimiteri, molto sentito nelle frazioni e per questo oggetto di precise scelte della giunta.
“Il concetto delle divisioni territoriali all’interno del Comune – ha aggiunto l’assessore Manarini – non è nel nostro modo di pensare. La città è unica e noi prestiamo la stessa attenzione e la stessa cura a tutto il territorio. Nelle frazioni ci sono aspettative precise, come nel resto della città, e gli uffici hanno la stessa attenzione nel fornire le risposte. Si lavora sulla concretezza: si interviene con il piano delle opere pubbliche dove sono necessari interventi, manutenzione ordinaria o straordinaria, e riqualificazioni”.
Il sindaco ha infine comunicato che questa mattina la giunta ha approvato il progetto definitivo per la demolizione del rudere di Sappanico, dopo una procedura i cui tempi sono stati dettati anche dal fatto che la struttura da abbattere è considerata un bene di interesse storico (ha circa 70 anni) e quindi sono stati necessari anche i passaggi autorizzativi con la Soprintendenza. “Ora – ha spiegato Mancinelli – l’autorizzazione è arrivata e il progetto definitivo è approvato e finanziato”. Per l’intervento più complessivo di allargamento della strada sarà invece necessario procedere con espropri e ulteriori demolizioni, e con la relativa progettazione prima della realizzazione dei lavori. Ma anche in questo caso si può registrare un passo avanti: l’intesa per la realizzazione dei lavori con la Provincia, titolare della strada, che ha messo in bilancio 800 mila euro e si è detta disponibile a una convenzione con il Comune per la cura dei lavori.

Loading...