Home Sport Sport Ascoli Piceno

Ascoli-Benevento 2-4, sconfitta indolore: Picchio salvo

0
CONDIVIDI

Sconfitta indolore con una salvezza conquistata senza gli spareggi per l’Ascoli.

Dionigi affida le chiavi del centrocampo a Petrucci e punta sulla coppia d’attacco Scamacca-Ninkovic, ma il Benevento di Inzaghi è spietato e si porta avanti al 25′ con Sau, lesto a sfruttare un assist di testa di Improta. Per i padroni di casa cala la notte al 32′, quando Barba firma il raddoppio su schema da calcio piazzato. I giallorossi dilagano poi al 45′ con Roberto Insigne, certificando il 26° successo stagionale che consente a Inzaghi di eguagliare il record di vittorie nella serie B a 20 squadre stabilito proprio dall’Ascoli nel 1978. I marchigiani accorciano le distanze al 49′ con Morosini, subiscono il poker di Moncini all’87’ e vanno a segno nel recupero con Trotta per il definitivo 2-4 che consente comunque all’Ascoli di evitare i playout per un soffio.

ASCOLI (3-5-2): Leali; Ferigra, Brosco, Gravillon; Padoin (1′ st Andreoni), Cavion (16′ st Eramo), Petrucci (1′ st Morosini), Brlek, Sernicola; Ninkovic, Scamacca (1′ st Trotta). A disp. Marchegiani, Valentini, Ranieri, Pucino, Troiano, Matos, De Alcantara, Costa Pinto. All. Dionigi.

BENEVENTO (4-4-2): Gori; Maggio, Gyamfi, Barba, Rillo; Insigne (31′ st Del Pinto), Hetemaj, Schiattarella, Improta (16′ st Tello); Di Serio (16′ st Moncini), Sau. A disp.: Montipò, Manfredini, Sanogo, Kragl, Tello, Pasina, Basit, Vokic, Alfieri. All. Inzaghi.

ARBITRO: Pezzuto di Lecce

RETI: 25′ pt Sau (B), 32′ pt Barba (B), 45′ pt Insigne (B), 3′ st Morosini (A), 42′ st Moncini (B), 45′ st Trotta (A)

NOTE: ammoniti Eramo (A). Rec. 3′ pt, 4′ st



Loading...