Home Sport Sport Ascoli Piceno

Ascoli-Crotone, Vivarini: Chiudere bene l’anno

0
CONDIVIDI

Mister Vivarini, al termine della seduta di rifinitura, ha parlato del match con il Crotone.

“C’è stato pochissimo tempo per smaltire la sconfitta di Palermo che ci ha lasciato qualche problema a livello psicologico, anche se la squadra ha cercato il pareggio in ogni modo; è stata una partita che ha abbassato un po’ l’autostima, ma oggi sono rimasto favorevolmente colpito dal modo in cui si sono presentati i ragazzi all’allenamento, sono tutti vogliosi di scendere in campo per riscattare quella gara, sono fiducioso. D’Elia è out per un affaticamento muscolare, ma abbiamo alternative fra De Santis e Cavion, con quest’ultimo che abbiamo usato a Palermo con buoni risultati.
Perucchini? Va lasciato tranquillo, è necessario che si tranquillizzi. Insieme alla squadra abbiamo deciso di stargli vicino, è inutile far finta di nulla, ma bisogna capirlo. Lo sto osservando per capire il suo stato d’animo, lascia trasparire tranquillità, ma non è una situazione facile per lui, voglio vedere in ritiro questa sera e domani decidiamo. Bacci? Come ho detto, decidiamo domani il da farsi, si è allenato sempre bene, può essere un’alternativa.
Se ci saranno cambiamenti? In alcuni ruoli abbiamo due o tre soluzioni per far riposare qualcuno o per introdurre forze fresche nel secondo tempo, quindi potremo fare qualche rotazione.
La classifica del Crotone è inspiegabile perché ha giocatori che lo scorso anno hanno giocato in Serie A; ieri è tornato Stroppa e questo significa che i giocatori avversari non avranno nessun tipo di alibi, mi aspetto che faranno una gran partita ad Ascoli. Da parte nostra c’è tanta rabbia che dovremo esprimere domani in campo; penso che per le prestazioni offerte finora ci manchino cinque o sei punti in classifica, senza voler esagerare. Finora abbiamo dimostrato d’essere all’altezza di questo campionato, in più occasioni non abbiamo raccolto quanto avremmo meritato a causa di situazioni inspiegabili, si sono verificati tanti episodi sfavorevoli, in alcune situazioni anche per situazioni arbitrali che ci hanno penalizzati, l’ultimo esempio è il rigore netto su Beretta non concesso a Palermo.
Certo che ci piacerebbe chiudere l’anno con una vittoria, abbiamo tanta rabbia dentro, spero che alla fine della stagione gli episodi sfavorevoli vengano bilanciati per avere una classifica più giusta. E una vittoria sul Crotone significherebbe avere una classifica più consona alle prestazioni fornite finora”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here