Home Sport Sport Ascoli Piceno

Ascoli-Pescara, Frattesi: Giocheremo a viso aperto

0
CONDIVIDI

Davide Frattesi, rientrato ieri dalla Nazionale Under 20, ha parlato dell’esperienza azzurra e del prossimo match di campionato con il Pescara:

“Con l’Under abbiamo disputato due partite molto complicate con Germania e Olanda, la prima giocata molto bene, la seconda non è andata come speravamo perché siamo stati condannati da un episodio. Siamo comunque soddisfatti, ma ci piacerebbe fare molto bene ai Mondiali; il mio sogno è di poter essere promosso in Under 21. In Nazionale ho avuto modo di confrontarmi anche con un paio di calciatori del Pescara e loro, come noi, tengono molto alla partita di domenica. Sento che già si respira un clima particolare, sarà un match fondamentale, speriamo di portare a casa punti. Senza dubbio il centrocampo del Pescara è il reparto migliore, ma stiamo parlando di una squadra composta da giocatori importanti in ogni zona del campo; in genere le squadre forti finiscono per concedere qualcosa in più rispetto a quelle che si chiudono per difendersi. In B non ci sono partite facili e difficili e il nostro percorso insegna che si può vincere con le prime e poi perdere contro l’ultima in classifica; quando gli episodi gireranno a nostro favore anche con le squadre di bassa classifica, diventeremo veramente forti. Penso che la differenza fra l’Ascoli e il Pescara non sia evidente, ce la giocheremo a viso aperto e una grande spinta ce la daranno gli oltre 2.000 tifosi che ci seguiranno. Questo attaccamento non può che farci piacere, siamo sicuri che ci daranno una grande mano come sempre; la richiesta di biglietti aggiuntivi ci ha fatto capire quanto tengano a questa partita e ci piacerebbe fare bene per dare una grande soddisfazione a loro, al Patron, al Presidente e a tutta la Società. Ci stiamo preparando bene, sono rientrato ieri dalla Nazionale e dopo due gare non è facile reinserirsi subito, ma i fisioterapisti e lo staff sanitario stanno facendo un gran lavoro su di me, a mio vantaggio c’è anche il fatto di giocare di domenica così avrò un giorno in più per recuperare”.



Loading...