Home Cultura Cultura Mondo

ATA Rifiuti vola in Grecia per esportare le buone pratiche sui rifiuti

0
CONDIVIDI
ATA Rifiuti
Convegno Titania Hotel Atene

ATA Rifiuti vola da Ancona ad Atene e lo fa mettendo in valigia le buone pratiche per la gestione dei rifiuti. Virtuosità ed ecosostenibilità si sposano con LIFE ‘REthinkWASTE’, il progetto europeo volto alla diminuzione di produzione dei rifiuti, con conseguente incremento della raccolta differenziata e del riuso. Esportato in Italia e non solo, oggi REthinkWASTE è stato il protagonista indiscusso del convegno ‘Ripensare i sistemi di tariffazione e ottimizzare la governance dei rifiuti’, che si è tenuto in questi giorni presso il centro congressi del Titania Hotel di Atene, alla presenza di tecnici, enti pubblici e privati.
Recentemente anche il governo greco ha previsto il passaggio alla tariffazione puntuale, ma per rendere efficace questo importante cambiamento all’interno della gestione dei rifiuti a livello nazionale, è necessario sensibilizzare la cittadinanza e soprattutto acquisire quel know how ormai consolidato in ATA Rifiuti Ancona. A portarne la voce è stato Matteo Giantomassi, Responsabile della comunicazione e delle relazioni esterne di ATA Rifiuti Ancona, con la sua relazione ‘Quali sfide devono affrontare le città nel ripensare i sistemi di raccolta dei rifiuti?’.
“Alle soglie del 2023 è indispensabile pianificare servizi efficaci di raccolta e recupero dei rifiuti urbani, e per farlo è necessario coinvolgere parallelamente il territorio, quindi dialogare attivamente con aziende, enti pubblici e privati, ma soprattutto con i cittadini, veri fautori di questo cambiamento – spiega Giantomassi – per questo come ATA Rifiuti crediamo fortemente nelle attività di pianificazione di educazione ambientale; ed è stato per noi un grande orgoglio essere invitati a un tavolo internazionale per contribuire, con le nostre conoscenze e con le best practices, al passaggio alla tariffazione puntuale nella regione dell’Attica”.
ATA Rifiuti Ancona grazie al progetto REthinkWASTE esporta gli approcci PAYT (Pay As You Throw) e KAYT (Know-as-you-throw), di fatto metodi diventati parte integrante delle politiche locali di gestione dei rifiuti, con numerosi enti locali e regionali che, in tutta Europa, ne stanno valutando l’attuazione.
Presente fra i relatori del convegno anche ACR+, Associazione delle Città e delle Regioni per la gestione sostenibile delle risorse, con sede a Bruxelles, con cui ATA Rifiuti Ancona ha recentemente intrattenuto numerosi contatti per promuovere le buone pratiche ed esempi virtuosi volti ad incrementare la sensibilità dei cittadini e delle Pubbliche Amministrazioni sulla raccolta differenziata.

Loading...