Home Sport

Atleti italiani e stranieri ad Ancona, Recanati e Fossombrone per i Campionati italiani di Orienteering

0
CONDIVIDI
Orienteering

Numerosi atleti italiani e stranieri animeranno le vie del centro e del centro storico di Ancona, parchi compresi, domenica 24 aprile, per la seconda edizione dei Campionati Italiani Knock-Out sprint di corsa di orientamento, il format più adrenalinico ed emozionante dell’orienteering internazionale. I 72 atleti più forti della disciplina, uomini e donne, saranno nel capoluogo marchigiano per concorrere, nel pomeriggio, per il titolo di campione italiano. La città sarà un terreno di gara ottimo per la disputa, poiché in un unico impianto sportivo di oltre 2 chilometri quadrati gli atleti troveranno una grande varietà di zone: il porto con stretti vicoli e portici, l’area della Cattedrale di San Ciriaco, il Parco del Cardeto, i corsi, più ampi e regolari, che partono da Piazza Cavour, il Parco della Cittadella.

La manifestazione si colloca all’interno del Marche Outdoor Orienteering Days, la tre giorni di orienteering che si svolgerà nelle città di Recanati, Ancona e Fossombrone. Si partirà sabato 23 aprile da Recanati con la gara sprint nel centro storico, valevole come terza tappa della Coppa Italia di categoria e qualificazione per la gara del giorno successivo. Il 24 aprile sarà la volta di Ancona e l’ultimo evento sarà lunedì 25 aprile al Bosco delle Cesane a Fossombrone, con una gara boschiva sulla media distanza.

“Siamo felici – affermano gli assessori allo Sport Andrea Guidotti e alla viabilità e traffico Stefano Foresi – di dare il benvenuto agli orientisti, che attendiamo veramente molto numerosi. Ancona è una città che, praticando questo sport, potrà essere scoperta nelle sue innumerevoli forme di bellezza. Abbiamo lavorato molto per arrivare pronti a questo appuntamento, con l’impegno personale e dei nostri tecnici e degli uffici comunali, perché pensiamo che questo modo di fare sport sia veramente “su misura” per mostrare e far apprezzare la nostra città. Speriamo che gli atleti e le loro famiglie vorranno cogliere l’opportunità di viverla appieno e che poi tornino a trovarci. Auguriamo a tutti di trascorrere una bella giornata di sport. Ancona, per la sua conformazione geografica, è un luogo da conquistare passo dopo passo, salita dopo salita, ma offre, alla fine, ricompense inedite e inattese: scorci mozzafiato, monumenti, arte, natura e tradizioni enogastronomiche particolari”.

L’evento è stato presentato questa mattina con una conferenza stampa in Comune, alla quale, insieme con gli assessori Guidotti e Foresi, sono intervenuti il presidente del CONI regionale Fabio Luna, il consigliere Regionale Giacomo Rossi, il sindaco di Recanati Antonio Bravi, l’assessore allo Sport di Fossombrone Christian Amadori.

“I numerosi impegni di questa giornata – ha detto il presidente CONI Luna – non mi hanno impedito di partecipare, per ringraziare personalmente gli organizzatori e testimoniare il loro impegno entusiasta e costante per realizzare queste tre giornate marchigiane. A loro vanno i più sinceri complimenti per la tenacia con cui coltivano la passione e per la competenza con cui si impegnano nella diffusione di questo sport. In questi giorni avremo sia una competizione agonistica importante, sia una grande occasione turistica per la nostra regione”.

“L’Orienteering – ha sottolineato il consigliere regionale Rossi – è una disciplina che la Regione Marche vuole e sta sostenendo. Questa iniziativa è molto importante, è un evento che farà conoscere il nostro territorio e porterà molte persone, diffondendo questa disciplina”.

“Lieti di accogliere a Recanati i concorrenti e le famiglie al seguito con la storica ospitalità che ci contraddistingue” dichiara il Sindaco di Recanati Antonio Bravi. “La città dell’infinito sarà un terreno di gara unico, dove gli atleti avranno la possibilità di orientarsi attraverso i più amati luoghi leopardiani, ricchi di arte storia e poesia. Un percorso che si snoda tra natura del Colle dell’Infinito, attraverso le suggestive e antiche vie del borgo fino all’arrivo previsto nella celebre piazza Giacomo Leopardi che rende omaggio al Poeta con il suo importante monumento”.
Grande soddisfazione anche per l’assessore allo sport di Fossombrone Christian Amadori, il cui Comune metterà a disposizione il bosco delle Cesane per lo svolgimento della competizione: “siamo lieti – ha detto – di accogliere questa competizione, che ha una importanza agonistica ma anche turistica e farà sicuramente valere la bellezza naturale del nostro bosco”.

“Il percorso – spiega Matteo Dini, presidente della società organizzatrice Picchio verde ASD, delegato FISO Marche e direttore di gara del Marche Outdoor Orienteering Days – costringerà gli atleti a un duplice sforzo fisico e tecnico: la vittoria potrebbe andare allo sprinter più completo ma anche a quello che fino alla fine riuscirà a rimanere concentrato e attento. Il palinsesto della giornata si arricchisce poi con una gara nazionale che si disputerà il mattino, con inizio alle ore 10, su una distanza che sarà tra la sprint e la middle: in questo caso gli atleti delle categorie che non sono comprese nel Knock-Out e gli squalificati della gara di Recanati riusciranno a godere di spettacolari scorci della città marittima ma dovranno fare attenzione a non distrarsi troppo perché deconcentrarsi vorrebbe poter dire perdere diversi secondi e quindi posizioni in classifica”. E’ prevista anche la partecipazione delle scuole, con iscrizione gratuita.

“Ci aspettiamo – prosegue Dini – più di duecento atleti. La partecipazione va dai 10 anni fino agli over 70. E’ aperta anche a livello internazionale. Avremo quindi atleti svizzeri, lituani, lettoni, tedeschi, francesi. L’arena di gara sarà per tutti la centralissima Piazza Roma, ottimo punto di partenza per poter poi visitare con calma le bellezze della città assistendo ai passaggi degli atleti che nel pomeriggio si giocano il primo dei titoli italiani a disposizione del 2022. Per noi organizzatori è stato uno sforzo grandissimo, per quella che è sicuramente nel panorama orientistico la formula di gara più complicata da allestire. Ma è stato grande l’entusiasmo da parte del Comune di Ancona, e massima la disponibilità a collaborare per andare incontro a tutte le difficoltà che ci sono nell’organizzare una manifestazione di tale portata in un capoluogo di Regione”.

La società organizzatrice della Picchio Verde (con base a Mercatello sul Metauro – PU) sarà affiancata nei lavori dalla società IKPrato e da alcuni tecnici provenienti da altre zone d’Italia. Tutte le informazioni aggiornate sulla competizione (orari, programmi e terreni di gara) sono disponibili sul sito della manifestazione: https://www.fiso.it/gara/20225 .

 

SCHEDA: GLI ATLETI PROTAGONISTI DELLA COMPETIZIONE

Ecco alcuni degli atleti e delle società in gara, con il PWT che schiera Sabastian Inderst, Riccardo Scalet e Lukas Patscheider. Per la Pol. Masi Alessio Tenani, Samuele Curzio, Florian Attinger ed Enrico Mannocci. L’US Primiero con Mattia Debertolis e Giacomo Zagonel, Fonzaso con Mattia Scopel e Alberto Bazan, il Gronlait Orienteering team con Roberto Dallavalle e Samuele Tait, il GS Pavione con Damiano Bettega, il GS Folgore con Ilian Angeli. Per la competizione femminile le trentine Anna Pradel e Nicole Scalet (US Primiero), Jessica Lucchetta (Tarzo), Anna Caglio (Pol Besanese), Caterina Dallera (Punto Nord), Caterina De Nardis, Eleonora Donadini e Viola Zagonel (Pol Masi), Verena Troi (Terlano), Andreina e Adrienne Brandi (CCRoma), Martina Palumbo (Trent-O), Annarita Scalzotto (PWT).

Loading...