Home Cronaca

Autorità Portuale Adriatico Centrale, Pd “Mantenere porti marchigiani ed abruzzesi”

0
CONDIVIDI
Porto di Ancona
Porto di Ancona
Porto di Ancona

ANCONA 22 NOV. “Auspico che la Giunta regionale svolga un’azione forte verso il governo nazionale perché l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale sia mantenuta così com’è, senza il distacco dei porti di Pescara ed Ortona, come vuole invece la Regione Abruzzo”. Così il Presidente del Gruppo PD in Consiglio regionale, Gianluca Busilacchi, è intervenuto nel corso della seduta odierna (22 novembre 2016, ndr) dell’Assemblea legislativa, con all’ordine del giorno anche l’interrogazione dello stesso Busilacchi e del consigliere regionale PD, Enzo Giancarli, proprio sulla nuova Autorità di sistema portuale, così come ridisegnata dalla riforma ministeriale (D. Lgs. 169/2016).
“L’assessore Casini – ha sottolineato Busilacchi – ha giustamente messo in luce il grosso risultato ottenuto dalla Regione Marche in questa importante riforma delle autorità portuali, dove Ancona ricopre un ruolo strategico. Confermato anche dal fatto che il Ministro Delrio ha proposto proprio Rodolfo Giampieri alla presidenza della nuova Autorità: intesa firmata subito dalla Regione Marche e, in un secondo momento, anche dalla Regione Abruzzo. Ma la preoccupazione rimane perché, unitamente all’intesa su Giampieri, la Giunta regionale abruzzese ha chiesto la modifica del decreto di riforma per uscire dalla nostra Autorità portuale di sistema e passare a quella del Mar Tirreno Centro Settentrionale, trovando sponda nella Regione Lazio. Proprio per scansare i timori che l’azione politica della Regione Abruzzo possa andare avanti, chiediamo alla nostra Giunta regionale di agire sul governo nazionale per mantenere la nostra Autorità di sistema così come impostata dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”.
Il perfezionamento non ancora avvenuto della nuova Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale – come ha ricordato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Anna Casini, rispondendo all’interrogazione – è, dunque, legato alla richiesta dell’Abruzzo di trasferire i porti di Pescara e di Ortona al bacino tirrenico. Trasferimento che lo stesso decreto di riforma prevede come possibilità, subordinandolo però ad un regolamento, da adottare su proposta del Ministro dei Trasporti.
“Non conosciamo le ragioni che hanno portato l’Abruzzo alla propria azione verso il Lazio – ha detto Giancarli – ma dobbiamo fare di tutto per mantenere la nostra Autorità portuale così com’è. È vero che c’è un po’ di preoccupazione, ma non possiamo non riconoscere l’azione forte svolta dalla Giunta regionale delle Marche che ha portato al risultato di avere Ancona capofila della nuova Autorità portuale di sistema, quando rischiavamo di finire sotto il controllo di Ravenna”.
Anche il capogruppo del Movimento 5 Stelle, riconoscendo l’importanza della questione, si è unito alla richiesta di azione della Giunta regionale sul governo nazionale avanzata da Busilacchi e Giancarli.
Ancona, 22 novembre 2016



Loading...