Home Hi-Tech

BANDA LARGA, ULTERIORI FONDI PER LA DIFFUSIONE SUL TERRITORIO MARCHIGIANO

0
CONDIVIDI

internetANCONA 16 DIC. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Agricoltura Maura Malaspina, ha approvato oggi la delibera che destina una nuova dotazione finanziaria, a valere sulle risorse dell’Asse III del PSR (Programma di sviluppo rurale) 2007-2013, per mettere a disposizione ulteriori risorse destinate alla diffusione della banda larga su tutti i territori marchigiani, comprese le aree rurali e interne. La decisione – commenta l’assessore Malaspina –  “è conseguenza di un accordo che in data 18/07/2011 la Regione Marche e il ministero dello Sviluppo Economico (Mise) hanno sottoscritto per lo sviluppo della Banda Larga sul territorio regionale. Tali atti disciplinano i rapporti tra Regione e Mise per la realizzazione delle attività inerenti il potenziamento delle dotazioni infrastrutturali e per la diffusione del servizio di connettività a banda larga, secondo le specifiche tecniche concordate nell’ambito della strategia del Piano telematico regionale. Nel corso del 2013, Regione Marche e Ministero hanno sottoscritto una apposita Convenzione operativa per l’attuazione degli interventi da finanziare con i fondi Feasr nelle Aree Rurali di collina e di montagna (le cosiddette “Aree Rurali Bianche C e D”) delle Marche, ai sensi del Psr Marche 2007-13. I relativi lavori di realizzazione sono in corso di svolgimento nelle zone individuate in fase di progettazione preliminare da Infratel. Tale progetto preliminare, non coprendo la totalità delle esigenze di infrastrutturazione riscontrate sul territorio in occasione delle consultazioni degli operatori indette da Infratel, può essere ora ampliato, anche in ragione delle indicazioni strategiche sopraggiunte da parte della Commissione europea in materia di superamento del digital divide e incluse nell’Accordo di partenariato sottoscritto con l’Italia come atto preliminare all’approvazione dei piani e programmi comunitari per il periodo 2014-2020. Con la delibera odierna, la Giunta si avvia a stipulare una seconda convenzione operativa Regione-MISE a integrazione della medesima tipologia di interventi, da finanziare con il fondo Feasr nelle aree rurali. L’intervento di complessivi 10 milioni di euro anticipa le direttive della Commissione sui temi dell’innovazione a favore delle imprese e dei cittadini in aree rurali o soggette a  svantaggi naturali.

 



Loading...