Home Cronaca

CGIL CISL UIL Marche: stop alla guerra, tutti in piazza per la pace

0
CONDIVIDI
CGIL
CGIL CISL UIL Marche

CGIL CISL UIL Marche condannano l’aggressione militare russa e richiedono uno stop immediato delle ostilità: il primo obiettivo deve essere la protezione umanitaria dei civili.

Nel ripudiare la guerra come strumento di risoluzione delle controversie internazionali, come previsto dall’art. 11 della nostra Costituzione, esprimiamo la nostra solidarietà al popolo e ai lavoratori e lavoratrici dell’Ucraina!

E’ necessario attivare urgentemente tutti i canali della politica e della diplomazia, in sede europea ed in sede ONU.

Occorre fermare la guerra in Ucraina e far partire un vero processo di pace. Mai come oggi è evidente che la pace ed il ripudio delle guerre debbano essere la priorità dell’agenda politica italiana, europea e mondiale.

L’Unione Europea agisca ispirata dai suoi principi costitutivi a difesa di pace e democrazia.

Come in tante città italiane, anche nelle Marche CGIL CISL UIL hanno promosso, anche in collaborazione con numerose altre associazioni, movimenti e istituzioni, o aderito alle manifestazioni che si terranno nelle seguenti città:

– FANO, venerdì 25 febbraio ore 17.30, sit-in piazza XX Settembre
– PESARO, venerdì 25 febbraio ore 18.30, fiaccolata piazzale Lazzarini
– ASCOLI PICENO, sabato 26 febbraio, ore 10.00, piazza Ventidio Basso
– SAN BENEDETTO, sabato 26 febbraio, ore 10.00, piazza Matteotti
– MACERATA, sabato 26 febbraio, ore 11.00, Piazza Cesare Battisti
– ANCONA, sabato 26 febbraio, ore 17.00, piazza Cavour
– FERMO, lunedì 28 febbraio, ore 18.00, piazza del Popolo

CGIL CISL UIL Marche invitano lavoratori/trici, pensionati/e, cittadini/e a partecipare per riempire le piazze per la pace e dire con forza che si fermi la guerra in Ucraina.

Le Segreterie regionali di CGIL CISL UIL Marche

Loading...