Home Economia Economia Ancona

CNA Ancona, privilegiare made in Italy per ripartire

0
CONDIVIDI

Il settore moda, rappresenta uno degli assi portanti del sistema economico italiano. Un settore costituito soprattutto da Artigianato, Piccole e Medie Imprese che rischia di risentire molto della crisi causata dall’emergenza Coronavirus. Un tessuto d’imprese che ha un forte radicamento territoriale, una sensibilità sociale e etica. Un settore costituito da circa 80.000 imprese che danno lavoro ad oltre 1 milione di persone. Lanciamo un appello a tutti per invitarvi a privilegiare l’acquisto di prodotti made in Italy per rilanciare i consumi e sostenere l’intera filiera moda italiana.

 

“Nella moda, la filiera di piccoli artigiani italiani è motivo di vanto in tutto il mondo -commenta Tommaso Bilancioni, Amministratore delegato dell’impresa di moda marchigiana “Gente di Mare” e iscritto CNA -. Il Know how delle aziende italiane va quindi preservato perché se lo perdessimo andremmo a perdere il vero Made in Italy. È importante pertanto fare in modo di privilegiare l’acquisto di prodotti made in Italy non solo per sostenere le aziende che li producono ma anche tutta la rete distributiva fatta di piccoli negozi o di boutique a gestione familiare che non hanno la stessa forza dei grandi gruppi. Solo così si possono aiutare  le aziende artigiane come la nostra in cui il Know how si tramanda di generazione in generazione, a spiegare nuovamente le vele.”

 

Acquistate made in Italy e aiuterete le nostre imprese a ripartire per l’amore e la passione che nutrono verso il lavoro, verso il nostro sistema sociale e questi saranno sempre più valori del nostro patrimonio che potremo portare nel mondo.

 

Acquistate made in Italy per supportare le imprese italiane nel continuare ad essere protagoniste globali grazie alle competenze produttive, alla creatività, al valore della ricerca che sono insiti nei vari anelli della filiera moda.

 

Molte nostre imprese percorrendo sentieri non abituali stanno cercando di dare un contributo alla richiesta di mascherine e altri dispositivi che il Paese sta evidenziando. CNA Federmoda ha elaborato un Manifesto per lanciare un appello a favore dell’acquisto “made in Italy”.



Loading...