Home Cronaca Cronaca Ancona

Covid, CNA Ancona mette a disposizione medici in pensione

0
CONDIVIDI

Il Paese sta vivendo una crisi congiunturale drammatica dal punto di vista sociale ed economico. La crisi si risolve solo se riprende il lavoro, aumentando il numero degli occupati e quindi tutto quello che ne consegue.

Ma prima è necessario superare ed annullare la pandemia COVID19 che è l’unica premessa ad ogni progetto di ripresa. Questo problema si risolve con una seria e veloce campagna di vaccinazione!

Purtroppo però ci troviamo di fronte a un SSR carente di personale a causa del blocco del turnover, posti letto tagliati, tecnologie obsolete per il blocco degli investimenti e l’inadeguatezza organizzativa del territorio. Insomma ci troviamo di fronte a tutte le carenze strutturali del SSN legate a un disgraziato decennio di costante sotto finanziamento.

Nella catastrofe epidemica solo lo straordinario impegno, l’abnegazione, il senso del dovere di tutto il personale sanitario ha permesso di contrastare, per quello che è stato possibile, le conseguenze negative della pandemia.

Ed oggi ci troviamo di fronte ad un altro serio impegno: le vaccinazioni.

Visto l’ancora perdurare della carenza de personale si rischia che il servizio di vaccinazione avvenga con lentezza, supposto che la materia prima (vaccini) venga consegnata con regolarità.

Con queste premesse la CNA pensionati in collaborazione con Sanidoc e il CPV-INRCA intende mettere a disposizione della Regione e delle strutture sanitarie un gruppo di medici e infermieri in pensione disposti a rimettersi in gioco per effettuare i vaccini.

Per questi motivi Mettiamo a disposizione del presidente Acquaroli e dell’assessore Saltamartini questa opportunità di aiuto viste le difficoltà del sistema sanitario e confidiamo di poterli incontrare per illustrarle.



Loading...