Home Economia

Le Marche ad Almaty, la mostra della calzatura in Kazakistan

0
CONDIVIDI
ecomusei
Regione Marche

Da oggi fino al 5 ottobre le Marche parteciperanno a “La Moda [email protected]”, mostra autonoma di calzature e moda che si svolge nella sede espositiva Dom Piemov di Almaty. La partecipazione della delegazione marchigiana formata da ben 29 imprese del settore, su un totale di 53 espositori presenti, è stata organizzata dalla Regione Marche con Assocalzaturifici, in collaborazione con EMI – Ente Moda Italia, il patrocinio di Sistema Moda Italia, Associazione Italiana Pellicceria e Assopellettieri, e il supporto organizzativo e promozionale di ICE Agenzia.

Il settore Moda rappresenta nella strategia regionale di ricerca e innovazione elaborata per il settennio 2021-27 uno dei sette ambiti produttivi di specializzazione individuati come determinanti. Le calzature fanno da volano: nel primo semestre del 2022 le esportazioni si sono attestate a 792.974.671 euro, in crescita del 29% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

L’obiettivo della Regione Marche è accrescere la competitività, la sostenibilità e l’innovazione della filiera della Moda, aumentare le opportunità di export delle micro, piccole e medie imprese marchigiane attraverso la realizzazione delle più importanti manifestazioni di settore in sinergia con i principali attori che operano a sostegno delle imprese.

In questo contesto, la presenza delle imprese marchigiane a “La Moda [email protected]” è di fondamentale importanza per l’azione di scouting che la Regione Marche sta svolgendo nel mercato asiatico, con particolare riferimento al mercato kazako e centroasiatico e al mercato dell’Asia Orientale che, a fine giugno 2022, ha visto la partecipazione di 7 aziende marchigiane all’Italian Fashion Days in Korea.

Oltre ai nuovi mercati del continente asiatico, la Regione e la Camera di Commercio delle Marche mirano al mercato americano verso il quale, nel primo semestre del 2022, è stata diretta una consistente quota dell’esportato (+58,8% rispetto al primo semestre del 2021), con un progetto integrato, in collaborazione con ICE e con Svem, che prevede la realizzazione di eventi formativi ed informativi, analisi di mercato, la partecipazione a eventi internazionali nel primo trimestre del 2023 e la realizzazione di un incoming di operatori americani.

Consolidata inoltre la presenza del prodotto marchigiano sui mercati del Nord Europa, in particolare Germania e Francia: le Marche infatti sono state protagoniste al Premium di Berlino, dove hanno partecipato 15 imprese, alla mostra Shoes Dusseldorl con 16 imprese e a Who’s Next a Parigi che ha visto la partecipazione di 13 imprese. Poi le tre fiere milanesi, Micam, Mipel e Lineapelle, dove sono stati 93 i calzaturifici marchigiani per il MICAM, 12 le pelletterie per MIPEL e 105 per Linea Pelle, testimoniando l’eccellenza del “Made in Marche” a Milano.

La Regione è poi presente alla Settimana della Moda di Parigi, con Tranoi Femme e Premiere Classe, cui seguirà a fine mese la realizzazione, insieme alla Camera di Commercio, di un incoming di buyer e giornalisti specializzati proveniente dal Nord Europa per generare duraturi matching con gli imprenditori marchigiani.

L’importanza della diversificazione dei mercati emerge anche dal bando regionale ‘Azioni per il riorientamento e la diversificazione dei mercati’ (dotazione 2 milioni), emanato nel maggio 2022 e volto a supportare le PMI marchigiane che si ritrovano nell’impossibilità di esportare nei consueti mercati russo/ucraino o di rifornirsi di materie prime e semilavorati provenienti da questi mercati. Con questo bando, la Regione Marche sostiene progetti di investimento orientati alla diversificazione dei mercati per differenziare le quote di esportazione o identificare nuovi canali distributivi utili alla riduzione dei costi.

Loading...