Home Cultura

Luca Mercalli e Alessandro Cecchi Paone alla prima giornata di WeNature al Parco Naturale San Bartolo

0
CONDIVIDI
wenature
Luca Mercalli e Alessandro Cecchi Paone - WeNature

La temperatura del pianeta in tutto il mondo aumenta, tanto in Italia con questo caldo precoce di fine maggio, ma sopratutto in India e in Pakistan con 50° o nelle zone artiche del pianeta dove i ghiacciai si stanno sciogliendo. Dobbiamo prendere sul serio il cambiamento climatico e ridurre il prima possibile le emissioni di gas effetto serra che sono la vera causa di aumento di temperatura”. E’ l’allarme lanciato sul palco di WeNature, la due giorni sulla sostenibilità ambientale con un format innovativo tra talk show, laboratori ed esperienze outdoor a Fiorenzuola di Focara, da Luca Mercalli, meteorologo e climatologo che presiede la Società Meteorologica Italiana – “Senza un controllo delle emissioni da parte della società umana internazionale continueremo a riscaldarci fino a raggiungere quello che è lo scenario peggiore predetto dalle Nazioni Unite cioè potenzialmente + 5° alla fine del secolo, il che renderebbe il pianeta invivibile per i nostri figli e nipoti. Il mondo alza bandiera bianca e ci chiede di moderare i nostri appetiti e la nostra produzione di rifiuti di tutti i generi. Se non lo facciamo, tutto questo ci tornerà indietro come un boomerang. WeNature non è soltano un momento di divulgazione culturale e scientifica ma anche uno strumento per offrire istruzioni per l’uso per il nostro futuro” ha concluso Mercalli.

“Il clima della terra è cambiato sempre ma mai con questa velocità, questo è il problema – ha aggiunto il saggista divulgatore scientifico Alessandro Cecchi Paone – Bisogna essere altrettanto veloci nel rallentare questi cambiamenti nel momento in cui diventano pericolosi per gli esseri umani e per l’equilibrio del pianeta. Oggi abbiamo la possibilità di farlo, abbiamo molte risorse europee e tutte le indicazioni scientifiche per sapere cosa fare. Bisogna soltanto darsi una mossa. Siamo in uno splendido borgo medievale circondato da uno bosco meraviglioso e da un mare splendido, e questo è il segno di come una volta noi sapessimo bene equilibrare il rapporto tra mare e ambiente, fra uomo e storia, fra uomo e natura selvatica. Abbiamo perso questa capacità che va recuperata e un luogo come questo è un ottimo modello da replicare”.

Come ha detto il più giovane ornitologo d’Italia, Francesco Berberini: “Imparare a conoscere la natura attorno a noi è indispensabile per esserne consapevoli. Se la natura la conosci, la ami. Se la ami la proteggi. In questo modo può aumentare la consapevolezza e il modo di rispettarla e di proteggerla”.

A portare il saluto all’evento inaugurale di WeNature, il Presidente del Parco San Bartolo, Stefano Mariani, Franco Cernigliaro Ceo di Swarovski Optik, il vicesindaco e Assessore alla Bellezza e Vivacità del Comune di Pesaro, Daniele Vimini: “WeNature è un evento perfettamente in linea con gli obiettivi di Pesaro Capitale Italiana della Cultura 2024 ed è esemplificativo del tema ‘La Natura della Cultura’: il patrimonio artistico culturale straordinario di Fiorenzuola di Focara, affacciati su una della spiagge più belle e tutelate d’Europa, il tema della sostenibilità, la tecnologia grazie alla collaborazione con Swarovsky Optik e ai suoi strumenti ottici e digitali di osservazione naturalistica, insieme al trekking, ai laboratori e all’esperienze che si possono fare in questa due giorni, fanno un mix in linea con la Capitale Italiana della Cultura 2024 e con il racconto di una delle perle del San Bartolo”.

WeNature continua domenica 22 maggio con una giornata ricca di eventi.

Loading...