Home Cronaca Cronaca Ancona

Minore in evidente stato confusionale da alcool: intervento della Polizia

0
CONDIVIDI
Controlli e sicurezza della Polizia nel territorio ascolano

I Poliziotti delle Volanti sono intervenuti in via Bonda su segnalazione della Centrale Operativa per  un ragazzo che sembrava esanime.

Giunti sul posto i poliziotti hanno trovato un ragazzo di circa 15 anni, che risultava fortunatamente dormire, dopo aver abusato di sostanze alcoliche, come testimoniava una vistosa traccia di vomito lasciata sulle scale. L’adolescente svegliato dagli operatori veniva quindi accompagnato in Piazza del Plebiscito, ove intanto erano arrivati gli equipaggi dei sanitari con l’automedica. Immediatamente al ragazzo sono state prestate le cure del caso, ed è stato condotto al P.S. dell’ Ospedale Regionale di Torrette, mentre al contempo veniva identificato per rintracciare i familiari.

A seguito degli accertamenti esperiti emergeva che il ragazzo era già noto alle forze dell’ordine per i suoi comportamenti violenti ed intemperanti, nonché già colpito da Daspo urbano, per l’area urbana di Piazza Roma e strade limitrofe, in quanto si era reso responsabile di numerosi comportamenti antisociali e pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica, nonché, da ultimo, indicato dalle parti lese come l’autore dell’aggressione con un pugno, avvenuta nella nominata Piazza, ad un cittadino di origini polacche, ma da tempo residente ad Ancona, intervenuto a difendere la nipote, a sua volta vittima di un furto, fatti avvenuti lo scorso 16 aprile.
A seguito dell’identificazione veniva quindi convocata la madre presso il Pronto Soccorso, al quale il minore veniva riaffidato.
Intanto il Questore ha disposto una serie di accertamenti per comprendere chi abbia fornito alcolici al minore, il quale sembrerebbe aver riferito informalmente ai soccorritori che trattasi di alcuni amici maggiorenni, non tanto amici, aggiungeremmo, considerando che non hanno esitato a lasciarlo solo per strada alla mercè di chiunque.
Il Questore di Ancona: “ Bullismo, cyberbullismo, abuso di alcool e di stupefacenti sono problemi sociali ai quali occorre dare – con urgenza- una risposta di sistema. Un “Patto” tra Scuola, Genitori, Forze dell’ordine, Magistratura e Media, che porti ad un’azione congiunta, capace non solo di reprimere, ma soprattutto di prevenire: una campagna educativa articolata, che possa giungere al cuore ed alle mente dei giovani. E’ indispensabile instaurare con gli adolescenti un dialogo continuo, per costruire ogni giorno un percorso condiviso di legalità “
La Questura di Ancona su questi temi ha presentato nel mese di aprile delle brochure informative, realizzate con l’Istituto Scolastico Provinciale e la Confartigianato, che continuano ad essere distribuite in occasione degli incontri di formazione e sensibilizzazione, volti a contrastare alcuni dei più pericolosi fenomeni che attentano alla sicurezza dei nostri giovani.

Loading...