Home Sport

MONDIALI 2014, AVANTI OLANDA ALL’ULTIMO RESPIRO, CONTINUA LA FAVOLA COSTA RICA

0
CONDIVIDI

mondialiRIO DE JANEIRO (BRASILE) 30 GIU.  Altra giornata thrilling ieri per gli ottavi di finale dei Mondiali, che continuano a regalare emozioni. Alle 18 Olanda e Messico hanno dato vita a una partita combattutissima. Il Tricolor ha giocato meglio della più quotata squadra di Van Gaal per un’ora, mostrando una grande condizione fisica nonostante il grande caldo. Ieri, per la prima volta nella storia del calcio, c’è stato il cooling break, tre minuti di pausa alla mezz’ora di ogni tempo per permettere ai calciatori di dissetarsi e di recuperare qualche energia. Il Messico è passato in vantaggio con un gran sinistro dalla distanza di Giovani Dos Santos, fantasista del Villareal scuola Barcellona. Poi, però, in campo c’è stata solo l’Olanda. Dopo un palo colpito da De Vrij (con l’ennesima parata miracolosa del portiere Ochoa),  prima all’88′ Sneijder con un destro al volo non ha lasciato scampo all’estremo difensore messicano. Poi, al 93′, Robben è stato steso in area da Marquez, guadagnandosi un calcio di rigore che l’ex milanista Huntelaar, subentrato a uno spento Van Persie, ha trasformato regalando la qualificazione ai quarti alla nazionale orange.

Alle 22, invece, la Costa Rica ha impattato 1-1 contro la Grecia. Dopo il gol di Ruiz al 52′ (secondo centro dopo quello all’Italia), i Ticos sono rimasti in dieci per l’espulsione di Duarte e al 91′ il difensore ex Genoa e Milan Sokratis Papastathopoulos ha trovato il clamoroso pareggio ellenico. Ai supplementari, nonostante una pressione costante, la Grecia non è riuscita a trovare il varco giusto (gran parata di Navas su Mitroglou). Tutto si è deciso ai calci di rigore, dove il portiere del Levante Navas è stato decisivo sul tiro di Gekas, regalando così alla Costa Rica una storica prima qualificazione ai quarti di finale, dove sabato 5 luglio troverà l’Olanda.



Loading...