Home Cronaca Cronaca Pesaro-Urbino

Norme anticovid, una denuncia e una chiusura locale a Fano

0
CONDIVIDI

La Polizia di Stato ha effettuato a Fano, nell’ultimo periodo, servizi straordinari di vigilanza, soprattutto mirati alla prevenzione/repressione dell’abuso di alcool e del consumo e spaccio di sostanze stupefacenti in ambito giovanile.

In tale contesto i Poliziotti del Commissariato fanese, coordinati dal dirigente dr. Stefano Seretti, hanno effettuato controlli  presso esercizi pubblici e parchi, operando sia in uniforme che in borghese, in alcuni casi avvalendosi anche del concorso del Comando di Polizia Locale di Fano.

Le attività in questione si sono concentrate, in particolare, presso il centro storico e nel quartiere Poderino, oggetto quest’ultimo di diverse segnalazioni di genitori e residenti.

I poliziotti hanno, pertanto, svolto diversi servizi di osservazione e vigilanza individuando la zona di via Marche, luogo di incontro di molti giovani, come una di quelle potenzialmente interessate da fenomeni di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti.

Nel corso dei controlli effettuati, sono stati identificati numerosi giovani tra cui, 5 minorenni trovati in possesso di alcune dosi di haschisc e marjuana per un totale di circa 40 grammi. Conseguentemente 4 minorenni sono stati segnalati quali consumatori alla locale Prefettura, ove verranno successivamente convocati, unitamente ai genitori, per le procedure del caso. Il quinto minore è stato invece denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria in quanto ritenuto responsabile del reato di detenzione a fini di spaccio di stupefacente. Lo stesso, infatti, è stato trovato in possesso di 8 dosi di marijuana, di un bilancino di precisione e di 100 euro in contanti, ritenuti essere il provento dello smercio della droga.

Analoghi servizi, sono stati effettuati dai poliziotti del Commissariato di Fano, in collaborazione con la Polizia Locale, centro storico, in prossimità dell’apertura dell’anno scolastico.

In tali circostanze, all’interno di un esercizio pubblico, gli agenti hanno sorpreso 4 minorenni a fumare tabacco in compagnia di alcuni maggiorenni, nonostante il divieto di fumo. Per tale motivo al titolare è stato applicata una sanzione amministrativa con segnalazione alla Prefettura, per i conseguenti provvedimenti di chiusura temporanea dell’esercizio.

Il titolare di un altro esercizio pubblico, presso il quale gli agenti hanno riscontrato un assembramento vietato di clienti, alcuni anche minorenni, è stato sanzionato amministrativamente per il mancato rispetto delle misure per il contrasto alla diffusione del Covid19, con contestuale applicazione della sanzione accessoria dell’immediata chiusura del locale per giorni 5



Loading...