Home Cultura

Ordine degli Psicologi: a Camerano lectio magistralis del Professor Ancora

0
CONDIVIDI
Ordine degli Psicologi
Convegno Ordine degli Psicologi

Fra terremoto, covid e guerra la popolazione che si avvale dei servizi della psicologia è sempre più complessa: servono nuove chiavi di lettura, aderenti all’attualità e alla multiforme utenza. Questo l’argomento al centro dell’evento ‘L’operatore transculturale nel terzo millennio. Nuovi utenti per vecchi servizi?’, organizzato dall’Ordine degli Psicologi delle Marche presso Villa Gens Camuria di Camerano. Grande attenzione per la lectio magistralis tenuta dal Professore Alfredo Ancora, uno dei massimi esperti in ambito psichiatrico, che da oltre venti anni si occupa di tematiche transculturali sia in Italia che all’estero (Siberia, Mongolia, Guatemala, Grecia) e che ad oggi ricopre il ruolo di direttore scientifico dell’Università De Martino – Carpitella a Parigi.

“Con quale bagaglio ci avviciniamo alla persona straniera? L’incontro con l’altro, inteso come colui che proviene da un’altra cultura, porta con sé ricchezza – spiega il Professore Alfredo Ancora -. L’incontro / scontro con l’altro ci può e ci deve arricchire, ma è necessario entrare nelle vite dell’altro, attraversarle con la lente della conoscenza e della comprensione della cultura altrui, senza mai limitarsi a guardarle dall’alto”.

Dopo l’apertura dei lavori a cura della Presidente Marilungo e degli psicologi Aquilino Calce e Giovanni Siena, il pubblico ha assistito alla lectio magistralis del Professore Ancora.
“Avere uno spaccato e una conoscenza culturale dei luoghi di provenienza dei cittadini stranieri ci permettere di leggere meglio comportamenti e vissuti, gestendo situazioni talvolta anche drammatiche; – spiega Giovanni Siena, psicologo psicoterapeuta organizzatore dell’incontro – come ad esempio accade con immigranti provenienti da zone in cui magia e superstizione sono ancora fortemente radicate nella loro cultura”.

Intervenute al convegno anche Sandra Magliulo e Patrizia Carletti, rispettivamente Eligibility Expert dell’Agenzia ONU per i rifugiati patrocinante l’evento (UNHCR) e responsabile scientifico del Progetto FAMI 2219 all’interno dell’Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute ARS Marche.
“Da sempre siamo attenti ai diversi bisogni emergenti della società e, alla luce dei numerosi cambiamenti cui è stata sottoposta la popolazione marchigiana, non possiamo non tenere in considerazione l’approccio psicologico all’accoglienza di altre culture” conclude la Presidente dell’Ordine degli Psicologi marchigiani Katia Marilungo.
L’evento, patrocinato dall’Università di Urbino, concorreva all’acquisizione di 5 crediti ECM per tutti i professionisti.

 

Loading...