Home Cronaca Cronaca Ancona

Ospedale Torrette, Dolci Mamme Befana per i bimbi cardiopatici

0
CONDIVIDI

In occasione dell’Epifania i bambini ricoverati in Cardiochirurgia Pediatrica e le loro famiglie hanno ricevuto una bellissima sorpresa: dolci mamme Befana  accompagnate dal mitico Dr. Pupozzi hanno fatto visita a tutti i ricoverati in reparto portando doni e tanta allegria. Grande l’entusiasmo di piccoli e adulti che si sono visti arrivare in camera questo speciale gruppo composto da dolci mamme e un papà anche lui vestito da Befana. Non sono certo mancati doni per tutti .

“ Stare ricoverati durante le feste, soprattutto quelle di Natale  – sostiene la Presidente Valentina Felici- non è facile. Molte attività ludiche e di intrattenimento non vengono svolte e il tempo sembra non passare mai. Proprio per stare vicino ai genitori ricoverati ogni anno il Comitato organizza due eventi importanti: uno la mattina di Natale in cui grazie ad Elisa Metrangolo un Babbo Natale gira in reparto e una visita speciale, delle Befane speciali che portano allegria e un momento di spensieratezza.”

Felici di queste iniziative il Primario del Reparto di Cardiochirurgia Pediatrica e Congenita, il dr. Marco Pozzi . “ Tutte le attività e i progetti del Comitati- sostiene il Dottore-  nascono da un’esperienza vissuta in prima persona dai genitori stessi, i quali in hanno sperimentato una necessità e valutato un punto critico come il passare un giorno di festa da soli. E’ per questo che i progetti e le iniziative del Comitato riescono sempre a raggiunge il loro obiettivo. Ed ecco quindi comparire in reparto mamme e papà “scortati “ dal Dr. Pupozzi (alias Walter Caccioppola) per rallegrare tutti i cuori birichini. “

Grazie a questi splendidi genitori che hanno trasformato il loro vissuto in un’esperienza al servizio di altri che vivono situazioni simili. Il messaggio che oggi le Speciali Befane del Comitato hanno voluto mandare è quello che i genitori dei bimbi dal cuore birichino non sono soli  nell’affrontare le loro paure . L’amore cura le persone, sia quelle che lo danno che quelle che lo ricevono.



Loading...