Home Cultura Cultura Pesaro-Urbino

Pesaro: Rocca Costanza sarà sede dell’Archivio di Stato e tornerà ad ospitare eventi turistici-culturali

0
CONDIVIDI
Rocca Costanza
Rocca Costanza

Pesaro – L’Agenzia del Demanio, il Ministero della Cultura-Direzione Generale degli Archivi e il Comune di Pesaro hanno siglato un accordo per far tornare alla vita Rocca Costanza: uno storico accordo che prevede la rifunzionalizzazione e valorizzazione del prezioso immobile che diventerà sede dell’Archivio di Stato e tornerà ad ospitare eventi culturali.
L’importo previsto per l’operazione di rigenerazione è di 5.400.000,00 €, di cui 1.400.000 messi a disposizione dal Ministero della Cultura – D.G. Archivi, 3.600.000 dall’Agenzia del Demanio e 400.000 dal Comune di Pesaro. L’Agenzia del Demanio assumerà le funzioni di Stazione appaltante per la realizzazione dell’intervento che durerà 3 anni. Tra i punti di forza del protocollo presentato questa mattina nella Sala Rossa del palazzo Comunale di Pesaro, ci sono:
– riqualificazione del bene dello Stato di rilevante interesse storico-artistico
– chiusura di una locazione passiva, fruibilità futura per la collettività in sinergia tra il Ministero della Cultura e il Comune di Pesaro, che porterà un risparmio di spese per lo Stato di circa € 200.000 annui
– progetto di rifunzionalizzazione già predisposto dal MIC
L’immobile di rilevante interesse storico-artistico ha svolto funzioni carcerarie fino al 1989. Negli anni successivi, a seguito della dismissione dagli usi carcerari, il Ministro della Cultura ha avviato importanti interventi di riqualificazione, restauro e consolidamento al fine del suo riuso, ipotizzando un percorso di valorizzazione e riuso per le esigenze dell’Archivio di Stato.
Oltre ad ospitare l’Archivio di Stato l’operazione consentirà di restituire alla città uno degli edifici più preziosi, che tornerà così ad essere fruibile e valorizzato anche a fini turistici-culturali quale struttura di eccezionale valore storico e architettonico: parallelamente al protocollo si avvieranno infatti le attività di valorizzazione culturale del bene attraverso la sottoscrizione di un Accordo di valorizzazione tra il Ministero della Cultura e il Comune di Pesaro per l’utilizzo di spazi dedicati all’ente comunale anche ai fini dello svolgimento di numerosi eventi culturali tra i quali il Rossini Opera Festival.

Sintesi degli obiettivi dell’intervento di rifunzionalizzazione
Ambientali: Riuso di immobile senza consumo di suolo, riduzione del consumo di energia primaria post intervento, riduzione emissioni CO2 post interventi.
Economico/Finanziari: incremento del valore economico dell’asset pari a € 6.000.000,00, investimenti realizzati pari ad € 5.400.000,00, risparmi da minori locazioni passive pari ad € 200.000,00.
Sociale: immobile raggiungibile agilmente attraverso i mezzi di trasporto urbani, creazione di valore economico e sociale creato dalla fruibilità di immobile storico di interesse turistico-culturale, attraverso una sinergia tra MIC e Comune di Pesaro
Innovazione: Immobile oggetto di intervento con aumento livello di digitalizzazione, immobile dotato di sistemi di monitoraggio e controllo per la gestione dell’edificio, modalità archivistica di compattazione dati di nuova generazione.

Loading...