Home Cronaca Cronaca Ancona

Polizia, aggressione in un garage in un supermercato a Senigallia

0
CONDIVIDI

Momenti di paura, nel pomeriggio di ieri, all’interno del parcheggio di un supermercato, situato lungo la via Podesti, allorchè un uomo, tenendo un coltello tra le mani, cominciava ad inveire contro i clienti.

Giungeva, infatti, una chiamata al numero unico di emergenza 112, che veniva inoltrata alla sala operativa del Commissariato di P.S. di Senigallia, chiedendo un urgente intervento per bloccare l’uomo armato di coltello.

Gli agenti immediatamente si recavano sul posto e, dopo aver contattato uno dei clienti presenti nel parcheggio, si ponevano alla ricerca dell’uomo che, nel frattempo, si era dato alla fuga verso il lungomare Alighieri.

Gli agenti, dopo una breve ricerca, rintracciavano l’uomo che tentava di sfuggire ma veniva fermato dai poliziotti i quali, fin da subito, notavano lo stato di ubriachezza in cui questi si trovava. L’uomo veniva bloccato mentre teneva ancora in mano il coltello da cui veniva prontamente disarmato dagli agenti.

Questi ultimi effettuavano, dunque, un controllo sull’uomo ed emergeva che egli, all’interno dello zaino che portava con sé, aveva numerosi oggetti elettronici; in particolare, veniva trovato in possesso di n.11 telefoni cellulari smartphone di diverse marche (IPhone, Samsung, Huawei, Microsoft, Oppo), anche modelli piuttosto recenti ed anche di considerevole valore, nonché di un tablet Alcatel.

Di tutti questi oggetti l’uomo, H.G. di anni 42, originario del nord-Africa, non riusciva a fornire alcuna valida spiegazione, riferendo di averli acquistati in passato senza specificare dove.

Tutti gli oggetti elettronici venivano sottoposti a sequestro, così come anche il coltello, e l’uomo, già pregiudicato per reati contro la persona, veniva deferito all’A.G. per i reati di porto illegale di arma e ricettazione.

Gli agenti del Commissariato di Polizia avviavano immediatamente le indagini che consentivano di risalire, da subito, ai proprietari di due telefoni trovati addosso all’uomo che, qualche tempo addietro, avevano sporto denuncia per il furto del loro telefonino. Sono in corso ulteriori accertamenti che consentiranno di risalire agli altri proprietari degli oggetti elettronici sequestrati.

 



Loading...