Home Cronaca Cronaca Ancona

Polizia prende scippatore seriale di San Lazzaro

0
CONDIVIDI
Polizia

ANCONA 7 GIU.  Si aggiravano in città come predatori in cerca delle vittime ideali, donne indifese che mai avrebbero potuto opporre resistenza. Poi, una volta individuate, aspettavano il momento opportuno e colpivano soprattutto nel quartiere  Piano San Lazzaro  e zone limitrofe.

Una decina tra scippi e rapine di collane d’oro commessi negli ultimi 40 giorni tra Ancona e Rimini, con bottini che si aggiravano tra i 300 e i 1.200 euro.

A mettere fine ai raid sono stati gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Ancona che, con elevatissima professionalità, sono arrivati ad identificare i due malviventi, un dominicano di 27 anni ed un suo complice, un operaio di 46 anni di Ancona, che gli faceva da autista.

Pesantissime le accuse: riciclaggio, furto, rapina e sostituzione di persona,  reati aggravati dalla continuazione e dalla minorata difesa delle vittime, dato che quest’ultime erano sempre donne ultrasettantenni incapaci di opporsi alla violenza fisica.

Lunghi e faticosi appostamenti e pedinamenti, hanno portato i poliziotti a dare un volto allo scippatore, partendo dai primi indizi forniti dalle vittime, fino a notare quella Bmw X3 grigia che compariva quasi sempre nelle ricostruzioni dei fatti.

Dal veicolo scendeva sempre  il 27enne che avvicinava le vittime con una scusa, il più delle volte chiedendo delle informazioni e poi, in un attimo, strappava le catenine d’oro dal loro collo, a volte trascinandole a terra, scappando poi a bordo della predetta autovettura guidata dal 46enne.

Dopo i colpi il dominicano riciclava il bottino presso alcuni Compro Oro di Ancona e Falconara M.ma utilizzando il documento di un’altra persona e, soprattutto, simulando di essere claudicante atteso che si presentava con le stampelle al seguito tanto da trarre in inganno gli ignari commercianti.

Ieri sera, a Sant’Arcangelo di Romagna, il blitz della Mobile ed il Fermo di P.G. per il dominicano e la denuncia per l’anconetano.

“Questo è il grande risultato del controllo del territorio ad altissimi livelli e sono orgoglioso di rappresentarlo” è il plauso che il Questore Oreste Capocasa ha espresso pubblicamente al Dirigente della Squadra Mobile, Dott. Carlo Pinto ed ai suoi uomini, nel corso della conferenza stampa tenutasi questa mattina.



Loading...