Home Cronaca Cronaca Ancona

Riprendiamoci la libertà, iniziativa in difesa delle donne

0
CONDIVIDI
Violenza sulle donne

ANCONA 28 SET.  “Riprendiamoci la libertà”: con questo slogan, sabato 30 settembre in tutte le province delle Marche si svolgeranno iniziative a difesa della dignità e della libertà delle donne, dopo le ultime vicende che le hanno coinvolte.

Ed è con questo slogan che la Cgil invita tutte le donne della Marche a scendere in piazza il 30 settembre per le manifestazioni organizzate dal sindacato contro la violenza sulle donne, la depenalizzazione dello stalking, la modalità con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime.

Nelle Marche, si terranno cinque manifestazioni: a Fermo, in piazza del Popolo dalle ore 17,30 alle 20, a Civitanova Marche, in provincia di Macerata, ci sarà un flash mob da Piazza XX Settembre a corso Umberto I, dalle 18 alle 20, a Pesaro un presidio con volantinaggi e raccolta di firme per l’appello a Piazzale Lazzarini dalle 18 alle 20. A Jesi, in provincia di Ancona, si terrà un presidio con volantinaggio e raccolta di firme a Corso Matteotti dalle 17,30 alle 20, ad Ascoli Piceno, un presidio e volantinaggio a Piazza Ventidio Basso dalle 18 alle 20.

Dichiara Daniela Barbaresi, Segretaria generale Cgil Marche:<Riprendiamoci la libertà e ridiamo un senso alle parole. Troppo spesso, di fronte a episodi di violenza, si assiste a messaggi e linguaggi che finiscono per colpevolizzare le donne che si trovano ad essere vittime due volte>. Per questo, conclude Barbaresi, <servono nuovi linguaggi, una nuova cultura, nuovi comportamenti e, soprattutto, un nuovo protagonismo delle donne>.

 

 

 



Loading...