Home Economia Economia Ancona

Risorse imprese autotrasporto, ripartizione equilibrata dal MIT

0
CONDIVIDI
autotrasporto

Confartigianato Trasporti comunica che come richiesto dalla categoria, il Ministero dei Trasporti ha finalmente provveduto alla ripartizione delle risorse per l’autotrasporto, suddividendo in modo equilibrato i 240 milioni per garantire lo sviluppo delle micro piccole e medie imprese del settore”.

Questo il commento del Presidente di Confartigianato Trasporti Marche Elvio Marzocchi, in rappresentanza delle 2.500 aziende rappresentate, sull’accordo raggiunto tra Governo ed Associazioni in merito al riparto del fondo autotrasporto per il triennio 2019-2021, che nei giorni scorsi aveva rappresentato questa esigenza in sede di consiglio nazionale di Confartigianato Trasporti.  Rimborsi pedaggi, deduzioni forfettarie, investimenti per l’acquisto di mezzi, incentivi per la formazione sono le misure individuate per il contenimento dei costi e la competitività delle imprese di autotrasporto merci.
Secondo Confartigianato Trasporti  è di notevole importanza l’impegno del Ministro Toninelli e del Vice Ministro Rixi a reperire ulteriori 20 milioni per l’anno 2019 per garantire gli importi delle deduzioni di artigiani e piccole imprese in continuità con l’anno passato e la partenza immediata del fondo da 100 milioni per il biennio 2019-2020 per il rinnovo del parco veicoli meno inquinanti e più sicuri.

Le misure economiche sono fondamentali per la tenuta del settore – sostiene Gilberto Gasparoni segratario Confartigianato Trasporti Marche – ma è necessario accompagnarle con un sistema di regole per la redditività e regolarita degli autotrasportatori nel mercato ed il contrasto alla concorrenza illegale dei vettori esteri e delocalizzati”.  Dopo che nelle scorse settimane le Associazioni tutte avevano lamentato l’insufficienza della dotazione per la copertura di due voci fondamentali come le “deduzioni forfettarie” ed i “rimborsi pedaggi”, era pervenuta una proposta dal Mit con un’ipotesi di ripartizione che, a fronte dei sacrifici fatti dalla categoria su altri capitoli, penalizzava enormemente la dotazione delle deduzioni forfettarie delle spese non documentate sostenute dagli artigiani.  Tale situazione aveva prodotto una dura presa di posizione di Confartigianato Trasporti e delle altre associazioni dell’artigianato, della p.i. e della cooperazione, affinché si procedesse subito alla ripartizione garantendo una suddivisione equa delle risorse.

Il Mit in apertura di riunione, ha annunciato la presenza di ulteriori 100 ml€ destinati al Fondo pluriennale per il rinnovo del parco veicolare merci, che permetterà di aumentare in maniera consistente la dotazione complessiva della voce “investimenti” per l’acquisto di veicoli a basse emissioni e più sicuri, consentendo una nuova ripartizione decisa dal Ministro Toninelli che, venendo incontro agli artigiani, ha proceduto in modo equilibrato a suddividere le risorse valide per ciascun anno del triennio 2019-2021, come segue:  Rimborsi pedaggi autostradali : 140 milioni; Deduzioni forfettarie : 70 milioni; Investimenti : 25 milioni ; Formazione : 5 milioni.
Il MIT ha inoltre informato di aver reperito ulteriori 20 milioni di risorse da destinare alle deduzioni forfettarie per garantire, per il 2019, gli importi in continuità con l’anno scorso (51€ per ogni giorno di lavoro) dal Governo a tutela di migliaia di micro e piccole imprese in contabilità semplificata.

Loading...