Home Cronaca Cronaca Ancona

Siulp: manifestazione e momenti di tensione davanti alla Regione Marche

0
CONDIVIDI
siulp

Momenti di tensione davanti alla Regione Marche con un dispositivo di sicurezza non ottimale poiché quello che ne è scaturito, seppur come gesto simbolico, del lancio di fango, è la dimostrazione della “perfettibile” gestione delle risorse della sicurezza. La forza impiegata si è dimostrata insufficiente e la situazione che è venuta a crearsi poteva mettere a serio rischio l’incolumità dei colleghi che solo grazie alla propria professionalità hanno evitato che la situazione degenerasse.
Lo afferma Alessandro Bufarini, Segretario Generale del Siulp Ancona che proprio ieri aveva affermato “abbiamo le risorse e non le utilizziamo”, in un dettagliato comunicato Bufarini, infatti, evidenziava la non comprensibile gestione delle forze di Polizia a disposizione nel territorio durante l’alluvione ed il mancato impiego del personale del XIV Reparto Mobile di Senigallia nelle esigenze connesse all’evento.
Oggi, ribadisce il mancato impiego di detto Reparto in Regione e sottolinea che il diritto di manifestare pacificamente e la sicurezza del cittadino sono sacrosanti ma devono essere legati indissolubilmente alla tutela dei lavoratori della Polizia che si trovano a gestire l’ordine pubblico.
Quello che è successo dopo il 15 settembre u.s., per il XIV Reparto Mobile non è comprensibile se si considera anche l’impiego, in riforzi, di Reparti della Polizia di Stato provenienti da Perugia e Pescara o dei Carabinieri da Bologna con conseguente gestione organizzativa ed economica di vitto e alloggio, perché la nostra provincia, seppur “declassata” ha tutte le Specialità.
Il personale della Questura di Ancona non ce la fa più, da solo, a gestire le esigenze di ordine pubblico ed il Siulp ritiene fondamentale continuare a potenziare le esigenze di controllo del territorio e quelle info-investigative, se del caso, riorganizzando le risorse a disposizione. Per le esigenze di ordine pubblico e di soccorso pubblico del territorio non si può fare a meno della professionalità dei colleghi del XIV Reparto Mobile di Senigallia. Ci confronteremo nuovamente con il Questore su tale argomento.
Siamo vicini alle esigenze di chi manifesta pacificamente e condanniamo fortemente ogni azione che metta a repentaglio la salute e l’integrità fisica dei colleghi che rappresentano un importante baluardo di democrazia di tutti i cittadini.

Siulp Ancona

Loading...