Home Cronaca Cronaca Italia

Super Green pass attivo fino al 15 gennaio, piccola guida

0
CONDIVIDI
Nuove restrizioni dal 1 febbraio: greenpass, sanzioni e le nuove tabelle

Ecco come funziona e le differenze dal Green pass

Da domani lunedì 6 dicembre 2021 fino a sabato 15 gennaio 2022, ma con la possibilità di proroga, il Governo ha attivato, con decreto legge pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 26-11-2021 (Serie generale – n. 282), il cosiddetto “Super Green pass” o Green pass Rafforzato.

Come ottenerlo e dove si usa

Il Super Green pass si ottiene solo con la vaccinazione completa o la guarigione dal Covid e serve per poter accedere ad attività sociali, ricreative e culturali che anche con un normale Green pass vengono negate.

Chi ha già un green pass ottenuto con la vaccinazione o per la guarigione, non dovrà fare nulla, verranno solo aggiornate le app per il controllo del Qr code.

Tale pass “rafforzato” deve essere utilizzato in zona bianca per spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, eventi pubblici.

Per matrimoni, battesimi e comunioni basta il pass “base” mentre per le feste di compleanno e di laurea servirà quello rafforzato.

Per i possessori del Super Green pass, in caso di passaggio in zona arancione, le restrizioni e le limitazioni per accesso a ristoranti, bar, musei ecc, non scattano.

All’aperto, invece, per pranzare fuori al ristorante anche in zona arancione non servirà alcun pass.

Come cambia il Green pass

L’obbligo di Green pass fino al 15 gennaio 2022 è stato esteso ad ulteriori settori quali alberghi; spogliatoi per l’attività sportiva; servizi di trasporto ferroviario regionale e interregionale; servizi di trasporto pubblico locale con esenzione under 12 e scuolabus.

Dal Viminale, rafforzamento dei controlli

Dal Viminale assicurano che avverrà un rafforzamento dei controlli, con dispositivo messo a punto dai singoli prefetti.

I controlli sui mezzi pubblici devono essere attuati in modo tale da garantire la fluidità del servizio per “scongiurare” possibili “assembramenti ed eventuali ricadute di ordine pubblico” e andranno potenziati anche nelle zone della movida.

In generale, la polizia locale e la guardia di finanza svolgeranno le verifiche nei ristoranti e negli esercizi pubblici, mentre quelle su autobus, metropolitane e treni sono affidate in modo prioritario a polizia e carabinieri, supportati dalla polizia locale e dal personale delle aziende di trasporto.

I controlli avverranno a campione e nelle maggior parte dei casi alle stazioni e alle fermate.

L’uso delle mascherine

Per quanto riguarda le mascherine in zona bianca non è obbligatoria all’aperto. Alcuni sindaci, però, sono intervenuti con proprie ordinanze, imponendole in centro e nelle zone dello shopping.

La mascherina va, comunque, sempre indossata in tutti i luoghi chiusi diversi dalla propria abitazione, compresi i mezzi di trasporto pubblico quali aerei, treni e autobus e nelle situazioni in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o siano possibili assembramenti.

E’ invece obbligatoria all’aperto e al chiuso in zona gialla, arancione e rossa.

I tamponi 

Il Certificato resta valido in caso di un tampone molecolare negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti o rapido nelle 48 ore precedenti.

Invece, la validità del Green pass diminuisce a 9 mesi.

Ecco una sintesi per quanto riguarda il “Super Green pass” e il “Green pass”

Super Green pass

E’ consentito accesso, in zona gialla e arancione, a: bar e ristoranti al chiuso; cinema; teatri; musei; spettacoli; eventi e competizioni sportive stadi e palazzetti sportivi; discoteche e sale gioco e cerimonie pubbliche

Green pass

E’ obbligatorio per: hotel, trasporto interregionale, regionale e pubblico locale.

Le verifiche possono essere svolte secondo modalità a campione in piscine, palestre, impianti sciistici, spogliatoi di tutte le attività sportive, anche all’aperto.

Per andare a lavorare sarà necessario il Super Green pass o il Green pass ottenuto con il tampone negativo, molecolare o antigenico.

La validità del Green pass diminuisce a 9 mesi.

Terza dose di vaccinazione

Si potrà fare 5 mesi dopo la seconda dose secondo la circolare del ministero Salute.

Dal 15 dicembre, parte l’obbligo vaccinale per tutto il personale sanitario, militare, scolastico e della polizia locale.

Dall’ 1 dicembre terza dose autorizzata a over 18.

Loading...