Home Sport Sport Ascoli Piceno

Ternana-Ascoli 2-4, vittoria e zona play off per i bianconeri

0
CONDIVIDI

Vittoria e zona play off per l’Ascoli che vince e convince nella difficile sfida contro la Ternana.

Troppo pesante il passivo per gli umbri, che suonano la carica con Falletti, ma poi cedono. Splendida la doppietta fulminea di Maistro, letali gli squilli di Caligara e Baschirotto.

Bastano trenta secondi ad Anthony Partipilo per scaldare il piede, con un tentativo che costringe Nicola Leali a riparare in calcio d’angolo. Sul versante marchigiano c’è però un nuovo acquisto impaziente di incidere: è l’ex Pordenone Frank Tsadjout, che qualche minuto più tardi maledice il tempismo imperfetto che gli impedisce di direzionare al meglio un tap-in che termina a lato. Il duello Partipilo-Leali si rinnova ancora, poi è il turno di Alfredo Donnarumma. Al 20’, però, arriva il capolavoro: una punizione strepitosa di Fabio Maistro, su cui Antony Iannarilli non è impeccabile, riuscendo solo a sfiorare la palla. Un episodio? Macché, meno di tre minuti dopo il numero 37 bianconero si ripete, liberandosi al vertice dell’area di rigore e disegnando un gran tiro a giro che buca di nuovo il portiere rossoverde. Per il 23enne di Rovigo nessun gol nei primi 707 minuti di questa Serie B e una doppietta nel giro di 200 secondi, stordente per i ragazzi di Cristiano Lucarelli. La Ternana prova a reagire, ma al 41’ Marino Defendi – appena entrato – commette fallo in area su Soufiane Bidaoui e Fabrizio Caligara cala il tris dal dischetto, anche lui al primo squillo stagionale. Il palo di Simone Mazzocchi su calcio d’angolo in girata chiude di fatto l’amarissimo primo tempo umbro.

Le poche, uniche chance dei padroni di casa di raddrizzare un match maledetto passano dalla necessità di un gol nei primissimi minuti della seconda frazione di gioco: ci pensa Cesar Falletti, con un tiro potentissimo al 57’ che risveglia le speranze della Ternana. Un terzo del lavoro è fatto, ma ne manca ancora parecchio. Al Libero Liberati si battaglia per un quarto d’ora, poi un fallo di Alessandro Celli su Tsadjout induce l’arbitro a fischiare un rigore. La Var segnala che il contatto è fuori area, così il penalty diventa punizione: poco cambia. Maistro impegna infatti Iannarilli e sulla respinta Federico Baschirotto è il più reattivo a ribattere in rete facendo partire i titoli di coda: la rete di Diego Peralta al 94’ è una magra consolazione. Entrambe le squadre erano reduci da tre match di Serie B senza vittorie: la striscia della Ternana prosegue, suo malgrado.
 

 

Loading...