Home Consumatori Consumatori Ancona

Tumore alla prostata: a Villa Igea di Ancona screening gratuiti

0
CONDIVIDI
VILLA IGEA
Dottor Angelo Cafarelli, Villa Igea

ANCONA – La Casa di Cura Villa Igea di Ancona propone il 18 marzo screening uro-andrologici gratuiti per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore alla prostata. La struttura sanitaria di via Maggini ha aderito all’iniziativa (H)-Open Weekend promossa da Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Festa del Papà, per sensibilizzare la popolazione su questa patologia con la collaborazione delle strutture del network Bollini Rosa e dei Centri multidisciplinari che offrono specifici servizi in questo ambito.
Dunque, venerdì 18 marzo, dalle 9.30 alle 17, gli specialisti del reparto di Urologia Robotica e Mini-invasiva, diretto da Angelo Cafarelli, effettueranno visite gratuite prenotabili, a partire da lunedì 7 marzo, chiamando il Cup – Centro Unico Prenotazioni al numero di telefono 071 9947777. I posti sono limitati.

Un riconoscimento speciale
La Fondazione Onda ha assegnato inoltre nei giorni scorsi a Villa Igea una menzione speciale per il percorso diagnostico-terapeutico del tumore della prostata. Il riconoscimento, concesso ad altre 32 strutture in Italia, è arrivato alla struttura sanitaria marchigiana in occasione della prima edizione del Bollino Azzurro, volta a individuare i centri che garantiscono un approccio multiprofessionale e interdisciplinare dei percorsi diagnostici e terapeutici per questa tipologia di neoplasia.
Il tumore alla prostata è una tra le malattie più diffuse negli uomini: in Italia sono circa 564.000 le persone con una pregressa diagnosi di tumore della prostata, pari al 19 per cento dei casi di tumore nei maschi, e ogni anno si contano circa 37.000 nuove diagnosi.
L’iniziativa è stata patrocinata da AIRO (Associazione Italiana di Radioterapia ed Oncologia Clinica), CIPOMO (Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri), Fondazione AIOM (Associazione Italiana Oncologia Medica), ROPI (Rete Oncologica Pazienti Italia) e SIUrO (Società Italiana di Uro-Oncologia), con il contributo incondizionato di Bayer. Si tratta del primo riconoscimento, tra quelli promossi da Fondazione Onda, che ha come oggetto la salute dell’uomo.
“Il nostro reparto – spiega Angelo Cafarelli, direttore dell’Unità Operativa di Urologia Robotica e Mini-invasiva – segue ogni anno numerosi pazienti e offre una proposta terapeutica personalizzata con una presa in carico multidisciplinare. Insieme alla più moderna chirurgia robotica con Robot DaVinci per la cura delle neoplasie prostatiche, renali e vescicali, i pazienti possono giovarsi di trattamenti mini-invasivi per l’ipertrofia prostatica con il laser ad Holmio, di cui siamo centro di riferimento a livello nazionale per volume di attività, con il vapore acqueo (REZUM) o l’AquaBeam, metodiche di recente introduzione che sfruttano tecnologie all’avanguardia disponibile solo in centri selezionati”.
Inoltre, massima attenzione viene dedicata anche all’aspetto diagnostico. “Nel nostro Centro – prosegue lo specialista – eseguiamo biopsie prostatiche con tecnica FUSION o IN-BORE, metodiche che permettono di integrare immagini ecografiche e di risonanza magnetica in modo da massimizzare la precisione diagnostica dei tumori prostatici e abbiamo a disposizione un team di Radiologi dedicati per la risonanza magnetica multiparametrica della prostata e della vescica”.

Loading...