Home Sport Sport Macerata

Volley, De Giorgi: Mollato nel quinto set contro Vibo Valentia

0
CONDIVIDI

Vibo – Cucine Lube, i protagonisti commentano la gara.

FERDINANDO DE GIORGI (allenatore Cucine Lube Civitanova): “La partita è stata importante per cercare di coinvolgere tutta la squadra e avere un po’ più di gioco e di ritmo. Abbiamo lottato abbastanza a eccezione del quinto set in cui forse abbiamo mollato troppo presto e ci sono state distanze marcate. Ora abbiamo un impegno a cui teniamo molto, la bolla di Champions League, e siamo proiettati verso i match di martedì e mercoledì”.

MARLON YANT (schiacciatore Cucine Lube Civitanova): “Sono felice di far parte di questo grande gruppo e, ovviamente, mi gratifica avere spazio per mostrare le mie qualità. Avremmo voluto battere Vibo Valentia, ma già certi del secondo posto in classifica e avanti di due set, ci siamo rilassati e abbiamo dovuto fare i conti al tie break con le maggiori motivazioni dei padroni di casa. Ora testa alla Champions, vogliamo disputare grandi match a Perugia”.

JIRI KOVAR (schiacciatore Cucine Lube Civitanova): “Dopo due set di ottimo volley abbiamo un po’ mollato la presa sul match e la fame di punti della Callipo ha fatto il resto. Siamo sempre dispiaciuti quando non vinciamo, ma il periodo è ricco di impegni e questo risultato non sposta nulla. L’importante è concentrarsi sulla Pool B di Champions League perché vogliamo affrontare Tours e Perugia con la stessa determinazione mostrata alla Final Four di Coppa Italia”.

ROBERTLANDY SIMON (centrale Cucine Lube Civitanova): “Oggi non è andata bene, ma è giusto anche dosare le energie e dare riposo a chi ha giocato di più. La stagione è ancora lunga e la bolla di Champions è alle porte”.

SIMONE ANZANI (centrale Cucine Lube Civitanova): “Alla vigilia della Champions League abbiamo preso la gara contro Vibo come un buon test in cui far girare la squadra. Anche perché martedì e mercoledì avremo delle partite complicate. Alcuni dei nostri giganti hanno goduto di un po’ di riposo, mentre chi non aveva avuto tanto spazio si è potuto mettere in mostra oggi”.

 



Loading...