Home Cultura Cultura Ancona

Grand Tour Musei 2020, inconsueta edizione digitale

0
CONDIVIDI
Una settimana di appuntamenti virtuali, video, eventi multimediali - dal 18 al 24 maggio ? sarà quella dedicata alla XII edizione di Grand Tour Musei, che avrà un focus centrale nella Conference Call del 22 maggio alle 16 per parlare di Prospettive digitali per l?uguaglianza e l?inclusione nei musei. Quest?ultimo è il tema conduttore a cui è stata intitolata l?edizione 2020 promossa dall?Assessorato alla Cultura della Regione Marche e dalla Fondazione Marche Cultura, in collaborazione con il MiBACT - Direzione Regionale Musei Marche e il Coordinamento Regionale Marche di ICOM Italia. ?Non abbiamo voluto rinunciare a questa iniziativa ? spiega l?assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni - nonostante la situazione di emergenza che stiamo tutti vivendo e abbiamo pensato di rimodulare il programma proponendo un inconsueto ?viaggio virtuale? nei nostri istituti culturali a lungo chiusi al pubblico ma che andranno gradualmente a riprendere l?attività.  Perché siamo convinti che, anzi, proprio in questo momento ci sia più bisogno di vivere la bellezza e quindi di cultura, adesso che certe emozioni e sensazioni ci stanno più mancando.  E perché siamo soprattutto convinti che vada ribadita l?importanza dei musei come spazi aperti da condividere, luoghi destinati alla crescita sociale e culturale, istituzioni in cui è possibile immaginare innovative modalità di accoglienza ed integrazione, individuando nuove prospettive per una più ampia fruizione dei luoghi della cultura e del loro patrimonio. Un intento perfettamente aderente al tema individuato da ICOM per la Giornata Internazionale dei Musei 2020 ?Musei per l?uguaglianza: diversità e inclusione?, per riflettere sul fondamentale ruolo dei musei come luoghi di inclusione sociale, in grado di promuovere la cultura dell?accoglienza, sollecitando relazioni, incontri e collaborazioni fra le molteplici tipologie di pubblico e alimentando quella cultura dell?inclusione rivolta in particolare ai cosiddetti ?diversi? per cultura, lingua, religione, stato sociale, disabilità. ? Questa forzata chiusura ha dimostrato, infatti, con grande evidenza, quanto sia sentita la richiesta di offerta culturale e quanto stretto e vitale sia il rapporto che unisce musei e pubblici, in virtù del loro ruolo di luoghi di incontro e di crescita culturale e non solo prestigiosi ?contenitori? preposti alla conservazione del patrimonio. Ecco allora che i Musei delle Marche e i Comuni  hanno aderito convintamente inviando contributi multimediali, video - quasi 200 quelli consultabili e 110 eventi multimediali - per sottolineare il fondamentale ruolo svolto dalle tecnologie a servizio della conoscenza del patrimonio culturale marchigiano. L?obiettivo del Grand Tour Musei è anche quello di offrire un?adeguata vetrina alle diverse istituzioni, in funzione di una promozione integrata del territorio per mezzo dei canali social e dei siti dedicati. Un aspetto che sarà approfondito nella Conference call del 22 maggio con la partecipazione di relatori a livello nazionale per sollecitare l?attenzione delle comunità museali, degli operatori del settore e del pubblico sulle prospettive, che anche a seguito del momento difficile che stiamo vivendo, si aprono ai musei per continuare a svolgere le attività e i servizi di sempre e per individuare nuovi percorsi e nuove modalità di coinvolgimento del pubblico, a partire dalle nuove frontiere aperte dai mezzi digitali. Da lunedì 18 fino a domenica 24 tutti connessi quindi, seguendo il calendario unitario attraverso l?apposito hashtag #grandtourmuseimarche2020 predisposto sui canali social della Regione Marche e della Fondazione Marche Cultura, per partecipare, anche se virtualmente, a una serie di interventi video e eventi multimediali fruibili sui canali web di ogni Istituto e nelle pagine web del sito della Regione Marche.  I video sono consultabili su portali istituzionali della Cultura e del Turismo della Regione Marche, nel sito del MiBACT - Direzione Regionale Musei Marche, nel sito di ICOM Italia (www.icom-italia.org),  nel sito della Fondazione Marche Cultura e nel blog www.destinazionemarche.it

Quasi 200 video on line la proposta della XII edizione e una Conference call il 22 maggio, ma anche 110 eventi multimediali che Musei e Comuni hanno organizzato.

Moreno Pieroni : “Un inconsueto “viaggio virtuale” nei nostri istituti culturali, convinti che proprio in questo momento ci sia più bisogno di vivere la bellezza e quindi la cultura, emozioni che ci stanno mancando.”

 

Una settimana di appuntamenti virtuali, video, eventi multimediali- dal 18 al 24 maggio – sarà quella dedicata alla XII edizione di Grand Tour Musei, che avrà un focus centrale nellaConference Call del 22 maggio alle ore 16.00 per parlare di Prospettive digitali per l’uguaglianza e l’inclusione nei musei. Quest’ultimo è il tema conduttore a cui è stata intitolata l’edizione 2020 promossa dall’Assessorato alla Cultura della Regione Marche e dalla Fondazione Marche Cultura, in collaborazione con il MiBACT – Direzione Regionale Musei Marche e il Coordinamento Regionale Marche di ICOM Italia.

“Non abbiamo voluto rinunciare a questa iniziativa – spiega l’assessore regionale al Turismo-Cultura, Moreno Pieroni – nonostante la situazione di emergenza che stiamo tutti vivendo e abbiamo pensato di rimodulare il programma proponendo un inconsueto “viaggio virtuale” nei nostri istituti culturali a lungo chiusi al pubblico ma che andranno gradualmente a riprendere l’attività.  Perché siamo convinti che, anzi, proprio in questo momento ci sia più bisogno di vivere la bellezza e quindi di cultura, adesso che certe emozioni e sensazioni ci stanno più mancando.  E perché siamo soprattutto convinti che vada ribadita l’importanza dei musei come spazi aperti da condividere, luoghi destinati alla crescita sociale e culturale, istituzioni in cui è possibile immaginare innovative modalità di accoglienza ed integrazione, individuando nuove prospettive per una più ampia fruizione dei luoghi della cultura e del loro patrimonio. Un intento perfettamente aderente al tema individuato da ICOM per la Giornata Internazionale dei Musei 2020 ‘Musei per l’uguaglianza: diversità e inclusione’, per riflettere sul fondamentale ruolo dei musei come luoghi di inclusione sociale, in grado di promuovere la cultura dell’accoglienza, sollecitando relazioni, incontri e collaborazioni fra le molteplici tipologie di pubblico e alimentando quella cultura dell’inclusione rivolta in particolare ai cosiddetti ‘diversi’ per cultura, lingua, religione, stato sociale, disabilità. “

Questa forzata chiusura ha dimostrato, infatti, con grande evidenza, quanto sia sentita la richiesta di offerta culturale e quanto stretto e vitale sia il rapporto che unisce musei e pubblici, in virtù del loro ruolo di luoghi di incontro e di crescita culturale e non solo prestigiosi ‘contenitori’ preposti alla conservazione del patrimonio. Ecco allora che i Musei delle Marche e i Comuni  hanno aderito convintamente inviando contributi multimediali, video – quasi 200 quelli consultabili e 110 eventi multimediali – per sottolineare il fondamentale ruolo svolto dalle tecnologie a servizio della conoscenza del patrimonio culturale marchigiano. L’obiettivo del Grand Tour Musei è anche quello di offrire un’adeguata vetrina alle diverse istituzioni, in funzione di una promozione integrata del territorio per mezzo dei canali social e dei siti dedicati. Un aspetto che sarà approfondito nella Conference call del 22 maggio con la partecipazione di relatori a livello nazionale per sollecitare

 

l’attenzione delle comunità museali, degli operatori del settore e del pubblico sulle prospettive, che anche a seguito del momento difficile che stiamo vivendo, si aprono ai musei per continuare a svolgere le attività e i servizi di sempre e per individuare nuovi percorsi e nuove modalità di coinvolgimento del pubblico, a partire dalle nuove frontiere aperte dai mezzi digitali.

Da lunedì 18 fino a domenica 24 tutti connessi quindi,  seguendo il calendario unitario  attraverso l’ apposito hashtag #grandtourmuseimarche2020 predisposto sui canali social della Regione Marche e della Fondazione Marche Cultura, per partecipare, anche se virtualmente, a una  serie di interventi video e eventi multimediali fruibili sui canali web di ogni Istituto e nelle pagine web del sito della Regione Marche.  I video sono consultabili su portali istituzionali della Cultura e del Turismo della Regione Marche, nel sito del MiBACT – Direzione Regionale Musei Marche, nel sito di ICOM Italia (www.icom-italia.org),  nel sito della Fondazione Marche Cultura e nel blog www.destinazionemarche.it (ad’e)

 

Ecco i portali a cui collegarsi:

Regione Marche – P.F. Beni e attività culturali

www.facebook.com/marchemusei ; twitter.com/marchemusei ; #marchecultura

 

Fondazione Marche Cultura

www.destinazionemarche.it ; www.facebook.com/fondazionemarchecultura ;

www.facebook.com/itesoridellemarche ; www.facebook.com/marche.tourism ;

#grandtourmuseimarche2020

 

MiBACT – Direzione Regionale Musei Marche

www.musei.marche.beniculturali.it

 

ICOM Marche www.icom-italia.org

 



Loading...