Home Spettacolo

La marchigiana Fi.Fa Security Network sul red carpet di Sanremo

0
CONDIVIDI
Sanremo
Fi.Fa Security Network - Sanremo

San Benedetto del Tronto (AP) –  Fi.Fa Security Network, società leader nel settore della sicurezza integrata, sarà impegnata nei controlli del Festival di Sanremo. Per il terzo anno l’azienda marchigiana, punto di riferimento per i servizi di vigilanza e per la gestione di grandi eventi a livello nazionale, si occuperà delle attività necessarie al mantenimento delle condizioni generali di sicurezza: dalla verifica degli accessi, alla protezione di presentatori, cantanti e ospiti presenti alla 72° edizione della kermesse più importante del nostro Paese.

“Tornare sul red carpet del Festival della canzone italiana – dichiara Fabio D’Angelo, co-fondatore insieme al fratello Filiberto, di Fi.Fa. Security Networkf – è per noi motivo di orgoglio, soprattutto in un momento storico così delicato come quello che stiamo vivendo. Una situazione nella quale gli oltre 80 addetti – formati nell’Academy interna nel rispetto di elevati standard qualitativi – saranno impegnati nel controllo degli accessi all’Ariston e degli altri luoghi sensibili e, conseguentemente, nella protezione di presentatori, cantanti, ospiti nonché di tutto il pubblico presente alla manifestazione.”

Controlli che, in questa edizione saranno ancora più accurati, tanto da includere la verifica del green pass, al fine di garantire il rispetto delle normative anti COVID, a tutela e protezione della salute di tutti.

“Un’opportunità che – conclude D’Angelo – certifica la crescita della nostra realtà e riconosce la professionalità e l’esperienza della nostra squadra, capace di assicurare servizi di assoluta qualità in tutto il territorio nazionale. Già in questi giorni, alcuni nostri collaboratori stanno lavorando sul posto, in stretto coordinamento con la RAI e le altre forze dell’ordine che prestano servizio al Festival, per concordare tutte le misure necessarie per garantire uno svolgimento scorrevole e sicuro delle attività.”

Loading...