Home Spettacolo Spettacolo Ancona

PARTE A LUGLIO LA IV EDIZIONE DELLA RASSEGNA “NON A VOCE SOLA”

0
CONDIVIDI

non-a-voce-solaANCONA. 25 GIU. Ritorna nelle Marche la rassegna “Non a voce sola”, un percorso di filosofia, poesia, narrativa, musica ed arte al femminile, giunto alla quarta edizione. Faranno da sfondo alle interviste, ai dibattiti e alle performances molti comuni del territorio regionale, a partire da Macerata, sede della prima tappa il 10 luglio nel cortile di Palazzo Conventati.

“Un’iniziativa culturale di grande spessore – ha detto l’assessore alla Cultura, Pietro Marcolini in conferenza stampa – che ha saputo affermarsi in questi anni, coagulando attorno ad una formula interessante come è quella itinerante sul territorio, le intellettuali e le artiste più vitali e importanti del panoaama culturale nazionale. Oriana Salvucci , la curatrice, è l’anima pulsante di questa Rassegna e al suo impegno dobbiamo ascrivere il successo crescente. E quest’anno, visto il calendario ricchissimo di eventi e nomi,  è facile prevederne altrettanto se non di più. La Regione Marche appoggia e promuove questa iniziativa perché in momenti di crisi come quelli attuali, investire in cultura e al contempo concentrando la qualità degli interventi in un contenitore, significa comunque crescita della comunità e arricchimento. L’augurio da farsi è che rassegne di questo tipo che invitano alla riflessione sulla società attuale attraverso il particolare e interessante punto di vista femminile, siano un esempio per aprire ad una trasversalità di settori, nella consapevolezza che la conoscenza è il presupposto della crescita culturale di una comunità.”

La direttrice artistica Oriana Salvucci ha indicato la strada dell’edizione 2013 eleggendo a tema quell’Amore di sè che determina la differenza nella vita di una donna: “  talvolta in positivo, ma più spesso in negativo, laddove manca l’Amore si sé fa arretrare, fa saltare i nessi logici e relazionali ed impedisce di “costruirsi come donne”. Il rovesciamento di prospettiva da oggetto a soggetto avviene nel “passaggio dalla donna-per-l’altro alla donna-per-sé” e questa evoluzione può aver luogo senza l’Amore di sé.

Proprio da questo concetto di autostima è partita la riflessione dell’assessore regionale alle Pari Opportunità, Paola Giorgi che ha sottolineato come “la consapevolezza dei propri valori porti a non alla predominanza degli individui su altri individui, ma ad una reale identica opportunità per tutti, ad una cooperazione proficua con l’altra “metà del mondo”. Questa iniziativa – ha concluso- interpreta il felice connubio che deve esistere tra Pari Opportunità e Cultura, come fondamenti della società.”

Sarà dunque su questi temi che si confronteranno in un calendario fitto (più di venti incontri fino al 24 ottobre) Nicla Vassallo, Anna Longo, Francesca Biasetton, Nadia Fusini, Eliana Bouchard, Stefano Gastaldi, Manuela Lunati,Gaia Coltorti, Maria Pia Veladiano, Barbara Alberti, Pierpaolo Capovilla, Andrea Mirò, Benedetta Craveri, Sabrina Carrera, Liliana Rampello, Chiara Gamberale, Annarosa Buttarelli, Liliana Rampello, Ginevra Bompiani, Cinzia Tani, Gianna Schelotto, Elena Rosci e Bianca Menna che riceverà ad ottobre anche la Laurea Honoris Causa dall’Università di Macerata, tra i partner principali della Rassegna insieme all’Accademia di Belle Arti e le Province.

Nella giornata di apertura, il 10 luglio, le “Conversazioni” di Nicla Vassallo, Anna Longo e Francesca Biasetton intorno alla filosofia, al ruolo e ai doveri che essa assume. Il metodo di procedere è quello prediletto da Nicla Vassallo, sulla falsa riga dei dialoghi platonici. Saranno Nadia Fusini e Lucia Tancredi ad ordire la trama della rassegna giovedì 11 luglio, ancora a Macerata con “Hannah e le altre”, un libro sulla differenza femminile perché “Una donna è una donna, non è affatto uguale a un uomo. E’ assolutamente un bene che vi siano doni e carismi diversi.” Simone Weil, Rachel Bespa-loff e Hannah Arendt, tre donne diversamente grandi, che con il loro sguardo hanno illuminato le tenebre del Novecento e hanno saputo leggere il mondo. Così proseguirà l’intera rassegna in un circuito che aggrega 14 comuni marchigiani, Macerata, Pollenza, Senigallia, Fermo, Ancona, Sirolo, Civitanova Marche, San Benedetto del Tronto,Grottammare, Tolentino, Porto Sant’Elpidio,Corridonia, Montecassiano e Numana.

Enti partner: Regione Marche-Provincia di Macerata, Ancona, Fermo. Comuni: Macerata, Pollenza, Numana, Sirolo, Montecassiano, Fermo, Tolentino, Porto Sant’Elpidio, San Benedetto del Tronto, Civitanova Marche, Senigallia, Corridonia, Grottammare, Ancona. Università di Macerata, Accademia di Belle Arti di Macerata, MEI.



Loading...