Home Cronaca Cronaca Ancona

Vaccini, nelle province delle Marche arrivano i camper vaccinali

0
CONDIVIDI
Una vaccinazione (immagine di repertorio)

Nelle Marche sono partiti i camper vaccinali. Ad annunciare il loro arrivo anche un testimonial d’eccezione, Robertlandy Simón, campione della Lube Volley Civitanova Marche.

I cinque camper, uno per Area Vasta, con frigorifero e allestiti per la vaccinazione sono stati consegnati dalla Protezione Civile nei giorni scorsi. Nelle prossime settimane gireranno le Marche, con tappe in molte località della costa e dell’entroterra, a partire dal cratere sismico.

“L’obiettivo – ha spiegato l’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini in un incontro stampa con il direttore generale dell’Asur Nadia Storti – è implementare la campagna vaccinale per tutti i cittadini e in particolare per gli over 60 e la popolazione fragile non ancora vaccinata e che non si è ancora prenotata, soprattutto nelle aree interne e nelle zone del terremoto. Per facilitare chi non ha possibilità di muoversi – ha aggiunto – abbiamo messo su strada queste unità mobili che permetteranno ai cittadini di toccare con mano i servizi di prossimità e ricevere la prima dose di vaccino”.

“Già ieri un camper ha fatto tappa a Visso ed ha ricevuto una ottima accoglienza. Questa mattina un altro camper davanti alla Rotonda di Senigallia, dove è in corso il Summer Jamboree, ha registrato numerosissime presenze. Segnali incoraggianti che ci spingono a proseguire su questa strada, partendo dal presupposto che su una regione di 1,3 milioni di abitanti vaccinabili, un milione sono già vaccinati almeno con la prima dose e che abbiamo raddoppiato i posti letto in terapia intensiva, che ora sono 230. Come servizio sanitario regionale è nostro compito facilitare le vaccinazioni. Abbiamo grande fiducia nella scienza, poi ovviamente la scelta è del singolo”.

Le equipe operative nelle unità mobili sono composte da un medico, un infermiere vaccinatore e un infermiere o operatore sanitario, oltre a un autista. Sul mezzo anche uno zaino di emergenza per eventuali reazioni allergiche. La Protezione Civile allestirà una tenda per l’attesa delle persone. Non è necessaria la prenotazione basta presentarsi con la tessera sanitaria e compilare gli appositi moduli.



Loading...