Home Cronaca Cronaca Ancona

Arresto a Senigallia: pluripregiudicato italiano di origini maghrebine finisce in carcere

Arresto a Senigallia: pluripregiudicato italiano di origini maghrebine finisce in carcere
Una volante della polizia

Arresto a Senigallia: pluripregiudicato italiano di origini maghrebine finisce in carcere

Ancona, Squadra Mobile: operazione di successo

Nel pomeriggio di ieri, i poliziotti della Squadra Mobile di Ancona hanno arrestato un cittadino italiano di origini maghrebine di 32 anni, pluripregiudicato, in un cantiere edile alla periferia di Senigallia.

L’arresto è stato eseguito per far scontare una condanna definitiva a 2 anni, 3 mesi e 26 giorni di carcere.

Dettagli della condanna

La pena è stata comminata in seguito a un Ordine di Esecuzione per la Carcerazione emesso dalla Procura presso il Tribunale Ordinario di Ancona.

Questo provvedimento è seguito alla sentenza della Corte d’Appello di Ancona del maggio 2022, divenuta irrevocabile il 7 marzo 2023.

I reati per cui è stato condannato includono rapina, danneggiamento, detenzione illecita di sostanze stupefacenti e tentata estorsione, commessi tra il 2008 e il 2021 ad Ancona.

Provvedimenti di cumulo

L’uomo era già stato raggiunto da un provvedimento di cumulo emesso il 23 marzo 2023 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Perugia, relativo a una pena di 1 anno, 11 mesi e 29 giorni di reclusione per rapina, danneggiamento e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, fatti commessi tra il 2008 e il 2014.

Successivamente, il 29 agosto 2023, la Procura della Repubblica presso la Corte di Appello di Ancona ha emesso un ulteriore provvedimento di cumulo per una condanna per tentata estorsione commessa nel 2021.

Cronistoria degli arresti

  • Aprile 2008: Arrestato a 16 anni in flagranza, insieme a un complice, per una rapina ai danni del titolare e di due dipendenti di un esercizio pubblico in via Carducci ad Ancona.
  • Ottobre 2014: Arrestato ad Ancona, nuovamente con un complice, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
  • Gennaio 2021: Arrestato per tentata estorsione dopo aver richiesto 200 euro per la restituzione di un telefono rubato. Bloccato e arrestato in piazza Salvo D’Acquisto durante lo scambio.

Ieri pomeriggio, la Squadra Mobile di Ancona ha rintracciato e catturato l’uomo a Senigallia.

Dopo le formalità di rito, è stato condotto presso il carcere di Ancona-Montacuto per l’espiazione della pena residua.