Home Consumatori

”Borgo diVino in tour” evento enogastronomico a Grottammare

0
CONDIVIDI
Borgo diVino
Borgo diVino in Tour (Facebook)

Grottammare – Il vino è sempre più protagonista della cultura italiana, riconosciuto in tutto il mondo è diventato negli ultimi anni un attrattore turistico importante ed efficace. Ne sono consapevoli le singole regioni italiane, che stanno puntando sui loro produttori e sui territori con le loro dop e igp, per incrementare cultura, conoscenza, eventi e servizi.
Su questo concetto nasce e si rafforza Borgo diVino in Tour, rassegna enologica organizzata da Valica, prima tourist marketing company italiana, in collaborazione con Ecce Italia e promossa dall’Associazione “l Borghi più belli d’Italia” e che dal 22 al 24 luglio torna per la seconda volta consecutiva a Grottammare (Ap).
Un modo per celebrare l’eccellenza vitivinicola e quel legame strettissimo e vincente per la Regione Marche tra vino e territorio, come sottolinea il Vicepresidente Mirco Carloni, con delega all’agricoltura: “Le nostre cantine diventano veri luoghi di accoglienza dove scoprire le meraviglie enogastronomiche, culturali, artigianali e paesaggistiche della nostra regione. Siamo convinti, infatti, che il vino ancor prima che un prodotto agricolo, sia un prodotto culturale e come tale un grande attrattore di flussi turistici e non più solo una tendenza di nicchia. Il vino è diventato ambasciatore della qualità di un territorio sotto i più diversi aspetti. Per questo motivo nel novembre del 2021 abbiamo approvato una legge dedicata al ruolo delle attività enoturistiche con finalità di valorizzazione dei territori”.
Prende così forma anche a livello “amministrativo” il concetto di un turismo esperienziale che sappia raccontare il territorio, le tradizioni, la storia e le sue bellezze attraverso dei percorsi che sappiano “far vivere” il vino in tutta la sua “poesia”. Valorizzare le aree ad alta vocazione viticola, le produzioni vitivinicole tipiche dei vari territori regionali, di implementare l’offerta turistica e di favorire lo sviluppo delle aziende vitivinicole sia a livello nazionale che internazionale, anche tramite le attività enoturistiche è il cuore pulsante delle azioni virtuose che la Regione Marche sta programmando di sviluppare.
Patrimonio vitivinicolo risorsa per il turismo e l’economia
“Insomma – prosegue il Vicepresidente Carloni – abbiamo le carte vincenti per fare dell’enoturismo un grande traino della nostra economia, trasformando le nostre cantine da centri di sola produzione in veri e propri luoghi di accoglienza per promuovere una esperienza emozionale”.
Il vino nelle Marche si somma alle bellezze naturali, agli scorci mozzafiato del Conero, alle città d’arte come Jesi, Recanati, Urbino, Fermo. Una regione che ha dato i natali al grande poeta Giacomo Leopardi e che è allo stesso tempo custode sia di vitigni particolarmente legati a piccoli territori quali Lacrima di Morro d’Alba, Vernaccia di Serrapetrona, Colli Maceratesi, di vitigni ben più estesi nel territorio come il Verdicchio ed il Rosso Piceno, e ancora la Passerina e Pecorino, nei comuni di Offida, Ripatransone e Ascoli Piceno, cuore della produzione vtivinicola delle Marche. Per non parlare poi di una grande cultura gastronomica che trova l’apice nei quattro ristoranti stellati, capaci di interpretar e valorizzare dalla terra al mare le eccellenze di questa regione.
Borgo diVino a Grottammare e i numeri dell’evento
Nuova data anche per questa edizione di Borgo diVino a Grottammare (Ap). L’evento enogastronomico itinerante torna per la seconda volta nel comune marchigiano a gran richiesta della stessa amministrazione dopo il successo dello scorso anno.
Appuntamento dal 22 al 24 luglio 2022 con oltre 30 cantine provenienti da tutta Italia (e il numero cresce giorno dopo giorno) per far conoscere i loro vini e vitigni tipici. E se lo scorso anno la tappa di Grottammare è stata a numero chiuso con ingressi contingentati per via delle restrizioni covid e una capienza massima nel borgo, registrando il sold out, con 1500 visitatori totali (500 al giorno) tra turisti e appassionati, quest’anno si preannunciano tre giorni nel cuore del periodo estivo di gran festa per tutti.

Per la data marchigiana, settima tappa degli appuntamenti di questo evento itinerante, sono alte le aspettative, come sottolineano il Sindaco di Grottammare Enrico Piergallini e l’Assessore allo Sviluppo e alla Promozione Lorenzo Rossi: “Dopo il successo dello scorso anno, nonostante i limiti imposti dalle misure antipandemiche, siamo molto felici di tornare a ospitare questa tappa di Borgo diVino. Il nostro Paese Alto, che non smette di crescere per notorietà e visitatori (è il più ricercato sul sito del club dei Borghi più Belli d’Italia), si è nel tempo caratterizzato per una vocazione enogastronomica di eccellenza, che viene confermata anche da questa riuscita iniziativa di promozione della produzione e della cultura enologica. Siamo lieti di offrire il nostro borgo come vetrina per alcuni ottimi vini che, sorseggiati guardando il mare dall’alto in un luogo pieno di storia, saranno ancor più piacevoli”.
Il territorio da solo non basta, serve il digitale
“L’enoturismo è a tutti gli effetti un settore in forte crescita, dove la domanda spesso supera l’offerta. Proprio per evitare un gap negativo c’è bisogno che i singli territori e di conseguenze le aziende siano strutturate all’accoglienza, al servizio. Siano in grado di ideare e sviluppare attività collaterali al vino capaci di alimentare un percorso non solo culturale, ma anche di intrattenimento e di piacevole scoperta – afferma Emiliano d’Andrea Ceo di Valica.
E continua: “Le eccellenze e la bellezza del territorio da sole non sono sufficienti, serve anche saperle raccontare, saper confezionare quelle esperienze da vendere al turista. Siamo nel classico esempio del binomio “tradizione e innovazione”, attraverso infrastrutture digitali, nuovi tool, comunicazione social e shop online le aziende devono saper costruire una presenza in rete costante, una identità riconoscibile, una forma personale di racconto che faccia da vettore per un’offerta che conquisti in tutti i sensi il turista sempre più autonomo, iperconnesso e digitale”.

A conclusione dell’incontro ospiti e giornalisti saranno portati in visita all’interno dell’evento per un brindisi e una degustazione guidata tra le cantine del territorio.

www.borgodivino.it/grottammare/

Loading...