Home Cronaca Cronaca Ancona

ANCONA, PIAZZA DEL POPOLO: POLEMICHE SULLA MOVIDA

0
CONDIVIDI

rave-festa-discoANCONA 21 LUG. Movida e decibel ad Ancona, la Confartigianato difende i locali di Piazza del Papa e propone l’istituzione di un coordinamento per una scelta delle iniziative musicali che sia più adeguata al salotto cittadino. Jazz, magari.
“La protesta dei residenti è comprensibile – dichiara Marco Pierpaoli Segretario comunale Confartigianato – ma non riguarda l’operato degli esercenti che non sono coinvolti nell’organizzazione degli eventi tacciati di rumorosità.
Nel corso degli anni sono state 8 le attività, tra bar, pub e ristoranti, che hanno aperto a Piazza del Papa. Grazie anche alla nostra attività di rappresentanza è stato avviato un dialogo tra titolari e residenti al fine di regolare e migliorare la convivenza. In questo ultimo periodo inoltre abbiamo definito con il Comune un regolamento per i dehors, per il carico e scarico, oltre che avviato alcune proposte per modificare il regolamento acustico e la gestione dei rifiuti.
Alla luce di questo percorso condiviso, consideriamo fondamentale continuare il dialogo per una convivenza serena, ma ribadiamo che le attività non sono collegate agli eventi per i quali si è scatenata la protesta.
Abbiamo necessità di imprenditori che abbiano voglia di organizzare eventi ed iniziative ad Ancona il tutto coordinato dall’Amministrazione comunale oragnizzando spettacoli, eventi ed iniziative musicali e culturali che siano coerenti con il contesto nel quale vengono realizzati.
Gli esercenti chiedono solo di poter lavorare nel rispetto delle regole, lamentano piuttosto un forte calo delle presenze ad Ancona con conseguenti flessioni del fatturato che a oggi mettono a rischio la sopravvivenza delle attività stesse.
Ci sentiamo infatti di aggiungere – continua Pierpaoli della Confartigianato – che ci sono città, anche non lontane da noi, che organizzano nel centro storico molti più eventi e con molta più frequenza rispetto a quanto si verificato fino ad oggi ad Ancona.
Per sopperire a questa mancanza e al tempo stesso porre un freno all’eventualità di eventi “chiassosi” proponiamo l’istituzione di un coordinamento tra Comune e attività economiche di Piazza del Papa per la scelta delle iniziative, in particolari musicali, per la città. Quanto a Piazza del Papa pensiamo sia cornice ideale per i concerti jazz, con melodie soft ad accompagnare un drink o una buona cena. Sarebbe infine auspicabile che alcune delle iniziative che si tengono alla Mole fossero dislocate nel centro città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here