Home Cronaca Cronaca Ancona

Conerobus, previsto potenziamento servizio urbano

0
CONDIVIDI

Con la messa a regime degli orari di entrata ed uscita dalle scuole e i tempestivi interventi di Conerobus per calibrare il servizio sull’effettivo numero di passeggeri, la maggior parte delle situazioni di sovraffollamento sugli autobus utilizzati quotidianamente dagli studenti si è normalizzata.

L’azienda sta tuttavia continuando a registrare alcuni casi di maggior affluenza rispetto alla capienza dei mezzi, tenuti costantemente monitorati e in via di risoluzione. Nel frattempo Conerobus si augura che presto si riesca a porre un freno alla scia di atti vandalici ai danni dei bus, che sta invece purtroppo proseguendo lungo la direttrice a sud di Ancona. Dopo gli episodi di imbrattamento all’interno dei mezzi extraurbani impiegati lungo le tratte Ancona – Collemarino, nei giorni scorsi sono stati presi di mira i bus che collegano il capoluogo dorico con Recanati, passando per Osimo, Castefidardo e Loreto. Un’emergenza a cui la Polizia sta già facendo fronte con controlli sulle linee scelte come bersaglio e che proseguiranno nei prossimi giorni.

“Gli agenti della Questura di Ancona – commenta il presidente di Conerobus Muzio Papaveri – si stanno impegnando con verifiche mirate per mettere fine ad una situazione grave e riprovevole. Riguardo i disagi ancora presenti su alcune linee che servono le scuole di Ancona e provincia, segnalatici sia da alcuni utenti che dal nostro personale, stiamo effettuando attente e continue verifiche per trovare in tempi ultrarapidi la soluzione più adatta a rispondere alle effettive esigenze di mobilità degli studenti. Lo abbiamo fatto già dai primi giorni di scuola, intervenendo sulle prime criticità con il potenziamento del servizio e proseguiremo in questa direzione, apportando al più presto le modifiche necessarie”.

 

In seguito alle indicazioni del personale di controllo e alle segnalazioni dell’utenza, si registrano ancora situazioni di sovraffollamento lungo la tratta Agugliano – Ancona, dove si rileva un’anomala distribuzione dei carichi tra le corse attive, che l’azienda sta tenendo sotto stretto controllo per individuare la soluzione più adatta. Sorvegliate speciali, nell’extraurbano, anche le linee Jesi – Chiaravalle e Ancona – Offagna, quest’ultima peraltro già potenziata con la sostituzione del mezzo inizialmente impiegato con un altro più capiente. Quanto, invece, ai ritardi rilevati lungo la direttrice Chiaravalle – Falconara, in corrispondenza dell’orario di entrata al Liceo Cambi, l’azienda fa sapere che i disguidi sono causati dalla chiusura della superstrada e dal conseguente dirottamento del traffico sulla Flaminia. Nell’urbano, infine, sono stati riscontrati problemi di eccessiva affluenza sul 6, in partenza dalla stazione tra le 7.30 e le 7.52, e su altre corse in direzione centro e Università Politecnica delle Marche, dove il sovraffollamento è stato rilevato in corrispondenza dell’arrivo di alcuni treni di prima mattina. Per risolvere queste criticità Conerobus ha deciso di attivare corse supplementari. Collegamenti aggiuntivi verranno istituiti anche lungo la linea 46, sia la mattina che il pomeriggio, per far fronte alle esigenze dei tantissimi studenti universitari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here