Home Cronaca Cronaca Ancona

Confartigianato trasporti Marche, diminuiscono in autostrada i sinistri mortali

0
CONDIVIDI
Camion
Camion
Camion

ANCONA 27 LUG. Gilberto Gasparoni segretario di Confartigianato Trasporti Marche evidenzia che le oltre 3.500 imprese marchigiane, con oltre 12.000 addetti e 70.000 aziende nazionali che detengono veicoli ed occupano 300.000 addetti, subiscono gli effetti della crisi ed anche per questo rivendicano una particolare attenzione da parte del Governo evitando ulteriori ritardi nell’emanazione dei provvedimenti previsti dalla legge di stabilità..
Confartigianato Trasporti sottolinea che nella riunione della Commissione sulla sicurezza tra le Associazioni dei vettori e la Polstrada tenutasi il 7 luglio a Roma è emerso che nel primo semestre 2016 gli incidenti con esito mortale in cui sono coinvolti mezzi pesanti sulle autostrade italiane sono diminuiti del 3%, mentre gli incidenti con sole autovetture sono aumentati del 5,9%. L’autotrasporto per Confartigianato ha migliorato il dato complessivo e quindi ha contribuito a una maggiore sicurezza sulle autostrade. Secondo i primi dati forniti, la stragrande maggioranza di incidenti con esito mortale comunque si registra sulla viabilità ordinaria con 1.123 decessi contro 194 sulle autostrade. L’autotrasporto investe continuamente in nuovi veicoli meno inquinanti e più sicuri, fornisce con corsi di guida sicura più competenze agli autisti, ma dobbiamo poter fare lavorare i nostri mezzi in tutti i giorni infrasettimanali in quanto le fabbriche non si fermano e per questo bisogna modificare il calendario dei divieti di circolazione, riducendo i divieti. Inoltre secondo Elvio Marzocchi presidente di Confartigianato Trasporti Marche è importante la pubblicazione sulla GU dei decreti ministeriale “Formazione 2016” e “Investimenti 2016” firmati dal Ministro dei Trasporti Delrio. Provvedimenti che incentiveranno la crescita professionale degli operatori e nuovi investimenti. Le risorse disponibili ammontano a 25 ml€ per investimenti e circa 20 per la formazione. Inoltre aggiunge Marzocchi di Confartigianato Trasporti gli incentivi sono destinati alle imprese di autotrasporto merci c/t per il rinnovo e l’adeguamento tecnologico del parco veicolare, per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale come semirimorchi, casse mobili e per favorire iniziative di collaborazione e aggregazione. Confartigianato sottolinea che solo dopo la pubblicazione sarà possibile presentare le domande ed effettuare gli acquisti/investimenti anche mediante locazione finanziaria. Altro provvedimento importante pubblicato è quello sulla disciplina per il distacco transfrontaliero di lavoratori che dovrebbe contrastare il fenomeno di distacco abusivo che favorisce la concorrenza sleale. Relativamente all’intermodalità a Bruxelles fanno passi in avanti, i provvedimenti che stanziano fondi per il ferrobonus e il marebonus, mentre incontra ancora qualche intoppo quello che contiene la decontribuzione per gli autisti impegnati in trasporti internazionali. Infine Confartigianato sollecita l’intensificazione dei controlli verso gli abusi sul cabotaggio commessi dai vettori provenienti dall’Est che effettuano una concorrenza sleale cosi come il rispetto dei tempi di pagamento dei servizi svolti dai trasportatori. In sostanza diverse novità che interessano il settore e che vedono la Confartigianato pronta a forn

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here