Home Cronaca Cronaca Ancona

Coppia arrestata a Sirolo per spaccio di anfetamine

0
CONDIVIDI
Droga

ANCONA 6 MAG.  Ieri, gli investigatori della Squadra Mobile dorica – Sezione Antidroga, a seguito di attività info-investigativa svolta in questo capoluogo, finalizzata alla repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope, procedevano all’arresto di D. M.M, classe 1987, con precedenti specifici per droga, di professione cuoco di un famoso ristorante della Riviera del Conero e la sua fidanzata, S.N. B., classe 1997, disoccupata.

I poliziotti da tempo erano a conoscenza del fatto che una coppia di giovani abitanti nel comune di Sirolo (AN) avevano avviato una redditizia attività di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo MDMA (anfetaminico) ed hashish che veniva ceduta a giovani dimoranti o turisti sulla riviera adriatica, frequentanti feste o rave party.

Dopo una serie di accertamenti durati alcuni giorni, gli agenti hanno individuato l’appartamento di Sirolo (AN) ove i due avevano stabilito la loro dimora, senza averci trasferito, tuttavia, la residenza anagrafica, comportando questo una difficolta di rintraccio.

 

Veniva quindi effettuata una perquisizione ai sensi dell’a legge sugli stupefacenti presso l’abitazione dei due giovani che dava esito positivo in quanto nel frigorifero, più precisamente all’interno dello scomparto per surgelati, si rinveniva e sequestrava un involucro in cellophane trasparente al cui interno vi era sostanza stupefacente del tipo MDMA (anfetamina) del peso di circa 80 grammi (CORRISPONDENTE A CIRCA 500 DOSI)

Nel proseguo della perquisizione si rinveniva inoltre, sopra un tavolino, qualche grammo di hashish, unitamente ad un rotolo di cellophane trasparente del tipo per alimenti, buste di cellophane ritagliate con fori di forma circolare ed un paio di forbici da elettricista con impugnatura di gomma di colore grigio e azzurro con lama annerita dallo fuoco usato per scaldare e tagliare lo stupefacente (hashish). Sopra il comodino della camera da letto si rinveniva un bilancino di precisione ed un foglietto manoscritto con cifre e lettere: tutto materiale da ricondurre ad una contabilità ed attività di cessione di sostanze stupefacenti.

Dopo le formalità di rito i due fidanzati venivano tratti in arresto.

Da un immediato calcolo, la droga sequestrata avrebbe fruttato sul mercato circa 4000/5000 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here