Home Economia Economia Ancona

Logistica, Distribuzione urbana: nuova piattaforma di Cls ad Ancona

0
CONDIVIDI

Una nuova piattaforma logistica per rendere operativo il Cdu-Centro di distribuzione urbana di Ancona. E’ la nuova iniziativa del Consorzio Cls, presente nelle Marche da una decina d’anni, con 152 soci-lavoratori occupati, che ha inaugurato ad Ancona la prima replica nazionale del Cdu Roma San Lorenzo, finora unica concreta esperienza di razionalizzazione nella distribuzione delle merci nella più importante area metropolitana del Paese, con l’uso di veicoli a basso impatto ambientale.

Nel capoluogo, il consorzio cooperativo ha anche un’altra sede, alla Baraccola, punto di riferimento del progetto “Roma e Qui”, ideato per valorizzare i prodotti del territorio marchigiano, per promuoverli e distribuirli fra i consumatori del’area metropolitana di Roma Capitale. Nella nuova piattaforma sono state già occupate 25 persone a cui se ne aggiungeranno nei prossimi mesi, quando la struttura sarà a regime, altre 35.

 

 

“Il nostro modello per fare logistica e distribuzione è riuscito a conquistare mercati come quelli di moda, fashion, prodotti di consumo – hanno spiegato i dirigenti del Consorzio Cls – ed è un’iniziativa con cui riusciamo a dimostrare cos’è la buona cooperazione, quella che crea lavoro e sviluppo e non solo quella che nota alla cronaca per le difficoltà economiche e finanziarie. Un modello di cooperazione di cui sono protagoniste persone, circa 500 mila in Italia fra autisti, facchini,
operatori che, di giorno e di notte, muovono le merci per tutti i consumatori. Il nostro compito è anche quello di rendere visibile il valore e la dignità di questi lavoratori”. La piattaforma logistica distributiva di Ancona, hanno aggiunto, “darà più respiro alla città perché i mezzi che usiamo per i trasporti sono solo ecologici” ma soprattutto “garantirà un’ottimizzazione dei carichi e degli scarichi con le consegne delle merci che saranno effettuate direttamente nell’ultimo miglio con i nostri mezzi leggeri e non inquinanti in modo, appunto, di non appesantire il traffico del centro. I cittadini potranno così usufruire di quello che viene chiamato il ‘maggiordomo logistico’”.

 

Il vicesindaco di Ancona, Pierpaolo Sediari, presente con l’assessore comunale al Commercio, Stefano Foresi, ha rimarcato come l’amministrazione sia “sempre disponibile ad essere interlocutrice di imprese e soggetti che intendono creare posti di lavoro seri”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here