Home Cronaca Cronaca Ancona

Rapporto Rifiuti Marche 2014, Differenziata al 63,37%

0
CONDIVIDI

cassonetto-rifiuti-reciclo
Cassonetto Rifiuti

ANCONA 5 AGO. È stato pubblicato, sul sito della Regione Marche, il “Rapporto rifiuti Marche 2014” (Download). Giunto alla sesta edizione, riporta l’evoluzione dei dati di settore, con particolare riferimento a quelli più recenti del 2014. Rappresenta un utile strumento di analisi e di informazione che illustra le tendenze, per ambito territoriale e merceologico, legate alla produzione e gestione dei rifiuti urbani, nelle Marche e nelle singole province. “Il Rapporto 2014 – commenta l’assessore all’Ambiente, Angelo Sciapichetti – attesta positivamente, attraverso l’analisi dei dati, il progressivo consolidamento del sistema regionale di gestione dei rifiuti urbani, caratterizzato da un aumento della raccolta differenziata e da una ulteriore diminuzione della produzione complessiva di rifiuti: indicatori che descrivono come le Marche stiano lavorando in linea con gli indirizzi delle politiche europee, qualificandosi positivamente nel panorama nazionale con una buona visibilità”. Il Rapporto 2014 registra una raccolta differenziata che ha raggiunto il 63,37% a livello regionale e vede due Ambiti territoriali ottimali (Ato) superare il 65%: quello di Macerata con il 72,83% e quello di Ancona con il 65,61%. Attesta, inoltre, una riduzione della produzione dei rifiuti di circa 1.600 tonnellate rispetto all’anno precedente. Sciapichetti sottolinea l’importanza della recente approvazione del Piano regionale dei rifiuti 2015-2020 che rappresenta un ulteriore strumento incisivo di azione: “Sono sicuro che l’attuazione del Piano fornirà nuovi spunti per la crescita del sistema regionale dei rifiuti, in un’ottica di forte collaborazione con il territorio. Manterrai il ruolo guida della Regione, con la volontà di affrontare le situazioni critiche e di dare risposte concrete alle esigenze del territorio”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here