Home Cronaca Cronaca Ancona

Sport, Funzione Sociale: Le Marche Chiedono la Modifica della Costituzione

0
CONDIVIDI
Sport
Sport
Sport

ANCONA 10 FEB.  Valorizzare la funzione sociale dello sport: un’esigenza avvertita e diffusa, che non trova però riscontro nella Costituzione italiana, mentre le Carte costituzionali di altre Nazioni riconoscono l’importanza dell’educazione sportiva da parte dello Stato. La Regione Marche intende promuovere una modifica dell’articolo 33 della Costituzione, prevedendo anche la promozione sportiva tra le disposizioni costituzionali che già sanciscono la libertà della scienza, dell’arte e il pluralismo educativo. La Giunta regionale ha presentato all’Assemblea legislativa una deliberazione che chiede l’approvazione di una proposta di legge costituzionale da inviare alle Camere. Viene indicato di aggiungere all’articolo 33 della Costituzione i seguenti commi: “La Repubblica promuove lo sport nella varietà delle sue discipline e manifestazioni e ne sostiene la funzione civile, sociale, educativa e di tutela della salute. Valorizza l’associazionismo sportivo, in particolare nelle forme del volontariato”. L’iniziativa delle Marche si inserisce in un contesto nazionale che vede il coordinamento delle Regioni e varie iniziative legislative parlamentari orientate a promuovere lo sport attraverso una revisione costituzionale. “Lo sport, in tutte le sue forme, praticato a livello agonistico e dilettantistico, rappresenta un importante strumento formativo d’integrazione sociale e di dialogo culturale – evidenzia il presidente della Regione, Luca Ceriscioli – Una concezione largamente diffusa , soprattutto nei Paesi con maggiori tradizioni sportive, mentre la Costituzione italiana non riporta alcun riferimento allo sport. Molto spazio, invece, viene dedicato allo sport dall’Unione europea. Le Marche chiedono alle Camera di recepire quanto sancito dallo stesso Trattato di Lisbona”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here