Home Cronaca Cronaca Ancona

Ancona, 78° anniversario della Liberazione

0
CONDIVIDI
Ancona
78° anniversario della Liberazione di Ancona - intervento del Sindaco

Si sono svolte stamane le cerimonie di commemorazione del 78° anniversario della Liberazione di Ancona, alla presenzaa delle autorità civili, religiose e militari e alle quali ha partecipato una Delegazione ufficiale polacca, guidata dal Capo dell’Ufficio per i Reduci di Guerra e le Vittime di Persecuzioni, Jan Józef Kasprzyk, composta da rappresentanti delle massime cariche istituzionali polacche con al seguito una rappresentanza di reduci del 2° Corpo d’Armata Polacco del Gen. Wladyslaw Anders, presente la figlia Anna Maria Anders, Ambasciatore plenipotenziario e straordinario della Repubblica di Polonia in Italia. Presente anche una delegazione dell’Anpi.

Le commemorazioni hanno preso avvio a Porta Santo Stefano dove si è tenuta l’inaugurazione del Monumento commemorativo del Reggimento Lancieri dei Carpazi a cui hano fatto seguito gli interventi delle Autorità e la deposizione delle corone del Comune di Ancona, dell’ANPI e dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia-Nel suo intervento il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli ha ricordato come “La pace e la libertà sono due aspetti inscindibili e l’una non può prescindere dall’altra; quello che sta avvenendo con la guerra ci ha riportato drammaticamente indietro nel passato. Noi dobbiamo impegnarci per la pace ma non soltanto a parole ma con i fatti. Non possiamo chiedere al popolo ucraino di essere vittima della violenza di un aggressore. L’Unione Europea si sta impegnando per la pace: la Polonia e l’Italia per portare solidarietà al popolo ucraino”. “Siamo lieti che accanto a Porta Santo Stefano (dove per primi entrarono in città i soldati polacchi nel giorno della liberazione di Ancona) sia comparso un nuovo segno della memoria: un monumento che ricorda i Lancieri dei Carpazi – ha affermato il Capo dell’Ufficio per i Reduci di Guerra e le Vittime di Persecuzioni, ministro Jan Józef Kasprzyk -. I legami di amicizia che uniscono i nostri popolo rimangono sempre vivi”.

Alla commemorazione ha partecipato la Banda musicale dell’Aereonautica Militare di Polonia.

Successivamente sono state deposte corone commemorative anche al Monumento alla Resistenza – Parco del Pincio – da parte del Comune di Ancona, dell’ANPI e dell’Ambasciata della Repubblica di Polonia.

Nell’ambito del programma di Ancona Jazz stasera si terrà alle ore 21.30, alla Corte della Mole Vanvitelliana un concerto con la partecipazione di Radosia Jasik & Denis Savelyev “Polish Ucrainian Duo” con Andrea Domenici “Classica & Jazz allo specchio” in collaborazione con il Comune di Ancona e condiviso con il Consolato Onorario della Repubblica di Polonia e con l’Associazione Italo-Polacca delle Marche.

Ingresso libero e gratuito

Loading...