Home Sport Sport Ascoli Piceno

Ascoli-Pescara, Zanetti: Voglio una reazione dai ragazzi

0
CONDIVIDI
Mister Zanetti

Alla vigilia della sfida con il Pescara, Mister Zanetti ha fatto il punto della situazione in casa Ascoli al termine della seduta di rifinitura:

“Beretta e Scamacca sono a disposizione, abili a giocare, è vero che si sono allenati poco, ma con l’assenza di Ardemagni ne abbiamo bisogno. A Cremona in un solo colpo abbiamo perso capitano e vice – ha proseguito il tecnico con riferimento alle assenze per infortunio di Ardemagni e Brosco – Questo mi dispiace perché si tratta di calciatori importanti, ma chi giocherà al loro posto sarà ugualmente pronto, andremo in campo super competitivi lo stesso. Allo Zini è stata una gara negativa a 360°, ci sono stati troppi giocatori sotto tono e io per primo evidentemente non sono riuscito ad incidere sulla loro testa. Ci siamo guardati in faccia, abbiamo analizzato bene la partita, ci siamo detti tutto quello che c’era da dire e ora vogliamo dimostrare che si è trattato di una giornata storta, ora mi aspetto una reazione forte. Al di là di come giocherà il Pescara, abbiamo lavorato molto su noi stessi perché in questo momento è troppo importante vedere in campo il vero Ascoli. I tifosi ci stanno aiutando e dobbiamo fare in modo che contunuino a farlo. L’Ascoli deve saper correre per 90′, lottare, subire poco, altrimenti veniamo valutati solo come squadra tecnica, dobbiamo invece unire il talento a tutti questi aspetti. Ninkovic? E’ un ragazzo che ho imparato a conoscere, lo conoscono anche i compagni di squadra, la reazione che ha avuto a Cremona, sbagliata, ce l’ha anche in allenamento quando perde la partitella, deve imparare a controllarsi. Detto questo non deve passare il messaggio che io mi faccia mancare di rispetto dai miei giocatori, se Ninkovic mi avesse mancato di rispetto oggi sarebbe fuori rosa; ho un ottimo rapporto con lui, è un ragazzo che si carica di troppa responsabilità. Dal punto di vista tecnico non si tocca, ha un gran talento, quindi preferisco fare una lotta personale con lui, Da Cruz, Scamacca e Chajia affinché siano utili in fase di non possesso piuttosto che rinunciare al loro talento”.



Loading...