Home Cronaca Cronaca Ancona

Riqualifica Piazza d’Armi, assemblea pubblica ad Ancona

0
CONDIVIDI

Confartigianato prosegue la sua azione per sollecitare le Istituzioni ad effettuare interventi concreti di miglioramento della città di Ancona ed in particolare in merito al progetto di riqualificazione di Piazza D’Armi.

Questa Piazza si prepara a diventare uno dei fulcri commerciali della Città ma anche uno spazio aggregativo capace di ospitare eventi serali come la Notte Bianca o attrattive per bambini. La Giunta comunale ha infatti approvato il bando per il concorso di riprogettazione dell’area che avrà un forte impatto sulla viabilità di tutta la zona del Piano che dovrà diventare snodo di collegamento tra il Waterfront (Centro)  e le Palombare/( Periferia e Zona Sud).

Confartigianato ha organizzato un incontro pubblico che si terrà martedì 2 luglio alle ore  21  presso  il Centro Direzionale Confartigianato di Via Fioretti 2/A Ancona, nel quale gli imprenditori presenteranno ai rappresentanti del Comune ed ai progettisti che parteciperanno al bando le esigenze e le idee degli operatori del Piano.

All’incontro interverranno anche il Vice Sindaco e Assessore al Commercio, Pierpaolo Sediari e l’Assessore ai lavori Pubblici Paolo Manarini i quali presenteranno i contenuti e le opportunità offerte dal bando.

All’incontro pubblico sono stati invitati i professionisti che intendono presentare le loro idee progettuali e i rappresentanti della Circoscrizione del Piano e le forze politiche comunali.

E’ un’opportunità che non possiamo perdere dichiara Paolo Longhi, presidente territoriale di Ancona e ribadire le esigenze di chi vive il territorio giornalmente come le nostre imprese è un dovere morale come associazione di categoria.

Luca Casagrande, responsabile territoriale di Ancona e Gilberto Gasparoni, responsabile  commercio su aree pubbliche, ribadiscono quanto importante sia mettere in relazione il mondo produttivo con gli studi professionali in un processo di omogeneizzazione di intenti che devono portare a rendere la zona del Piano non solo bacino commerciale trainante per la nostra città ma anche luogo di incontro e  socializzazione, bello da vivere, accessibile e fruibile.

Il mercato del Piano rappresenta da sempre una eccellenza fra gli operatori su aree pubbliche e il fiore all’occhiello sia in termini dimensionali che di fatturato per i mercati di Ancona, sviluppando lavoro per oltre 250 famiglie e un fatturato annuo di oltre un milione di euro prosegue Luca Casagrande responsabile territoriale di Confartigianato, senza considerare le oltre 10.000 persone che abitano la zona e le centinaia di imprese in sede fissa.

Non possiamo non pensare all’indotto sociale ed economico che il Piano rappresenta per la nostra città e nel far questo è necessario rendere a questa zona il dovuto rispetto urbanistico economico e di decoro che merita e il bando di riqualificazione del comune è lo strumento che imprese e cittadini aspettavano da circa 20 anni.



Loading...