Home Economia Economia Ancona

WHO’S NEXT 2014, A PARIGI PRESENTE UN CONSORZIO DI IMPRESE MARCHIGIANE

0
CONDIVIDI

whosnextANCONA 23 GEN.  La Regione Marche in collaborazione con il Sistema camerale regionale, organizza una collettiva di 13 Aziende produttrici del comparto moda (abbigliamento, cappello, calzature) alla prossima “Who’s Next” (Parigi, 25-28 gennaio 2014), agevolandone la presenza con un abbattimento dei costi di partecipazione.

La manifestazione “Who’s Next”, che è dedicata alla moda in genere di livello fine e medio alto, si svolge nel quartiere fieristico di Porte de Versailles di Parigi, luogo ideale per la promozione dei prodotti dell’abbigliamento italiani ed è considerata, a livello mondiale, il più importante appuntamento internazionale della moda. In particolare, per il distretto marchigiano del cappello è un appuntamento fondamentale e irrinunciabile. A questa edizione, su una superficie di 100mila mq saranno presenti 2mila espositori di cui 280 italiani. L’ultima edizione è stata visitata da 55mila operatori provenienti da tutto il mondo. “In attesa dell’approvazione del programma promozionale 2014 – sottolinea il prendente della Regione e assessore all’Internazionalizzazione, Gian Mario Spacca – organizziamo, in sinergia con le Camere di commercio, la partecipazione a questo importante appuntamento internazionale, che offre grande visibilità e interessanti opportunità di vendita alle imprese partecipanti. Il fatto che vi sia un’alta adesione di produttori di cappelli è molto positivo. I rappresentanti del distretto di Montappone e Massa Fermana hanno infatti spesso richiamato l’importanza della partecipazione ad esposizioni internazionali, a dimostrazione che anche e soprattutto per prodotti così legati alla tradizione l’apertura all’internazionalizzazione rappresenta un decisivo fattore di competitività e resistenza”. Prosegue dunque l’intensa attività di internazionalizzazione della Regione Marche che, accanto alla partecipazione a eventi promozionali (come quello di Parigi), prevede anche l’attivazione di piattaforme logistiche a supporto delle imprese nei mercati più interessanti e specifiche azioni per l’attrazione di investimenti esteri nelle Marche.

 

 

 

 

 

 

 

Loading...