Home Cronaca

Carta universale dei diritti del lavoro, 18 mila firme nelle Marche

0
CONDIVIDI
Imprese e privacy
Lavoro
Lavoro

ANCONA 27 MAG.  Oltre 18mila. In soli due mesi, è questo il risultato raggiunto con la campagna di raccolta firme per la Carta universale dei diritti del lavoro, un nuovo Statuto per rafforzare ed estendere le tutele e i diritti a tutti i lavoratori.

Fino alla fine di giugno è possibile firmare a sostegno della legge di iniziativa popolare e dei requisiti referendari promossi dalla Cgil, presso le sedi del sindacato, nelle principali piazze della regione e in molti posti di lavoro.

Proprio per promuovere questa raccolta di firme, sono state organizzate varie iniziative nella regione. Così, la Cgil ha chiesto un incontro a tutti i parlamentari marchigiani: lunedì 30 maggio sarà la volta di Sinistra italiana, il 13 giugno ci sarà il confronto con il movimento 5 Stelle e il 17 con il Pd.

 

Inoltre, il 5 giugno ad Ancona si terrà un concerto del gruppo “Parto delle nuvole pesanti” mentre, a partire dal 9 giugno, arriverà nelle Marche il “Pullman dei diritti”: il 9 sarà ad Ascoli Piceno, il 10 a Fermo e Macerata, l’11 giugno ad Ancona e il 12 nella provincia di Pesaro e Urbino.

<L’obiettivo della Cgil è quello di far diventare la Carta una legge per ridare dignità a tutti i lavoratori” afferma Roberto Ghiselli, segretario generale della Cgil Marche- . Con il nuovo Statuto, la Cgil vuole innovare ed estendere, a tutti, i diritti come quello di avere un compenso equo e proporzionato, la libertà di espressione, il diritto alla sicurezza e al riposo ma anche le pari opportunità e la formazione permanente. Si vuole, inoltre, contrastare la precarietà riformando tutte le tipologie contrattuali e rafforzare gli strumenti di democrazia in mano ai lavoratori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here