Home Spettacolo Spettacolo Ascoli Piceno

FONDAZIONE CINEMA MARCHE, NUMEROSE LE INIZIATIVE E PROGETTI SEGUITI

0
CONDIVIDI

Anna Olivucci madridASCOLI PICENO 01 DIC. La Fondazione Marche Cinema e Marche Film Commission da tempo stanno impegnando   le migliori energie in molteplici iniziative e attività destinate a promuovere le Marche. E in questo scorcio di fine anno si sono concentrate su alcuni eventi significativi. Di pochi giorni fa l’incontro a San Benedetto del Tronto per la promozione di un altro film che si sta girando nella nostra regione, “Mio Papà” per la regia di Giulio Base, con Donatella Finocchiaro e Giorgio Pasotti, prodotto dalla Movie And e con la collaborazione di Rai Cinema,  Ministero dei beni e delle attività culturali, con il supporto di Fondazione Marche Cinema Multimedia – Marche Film Commission e della Regione Marche. Contribuiscono alla realizzazione del film anche alcuni sponsor privati marchigiani tra cui, l’Azienda Agricola BOCCADIGABBIA che non è nuova in questo tipo di operazioni poiché ha messo a disposizione i suoi prodotti e il proprio brand anche per il film di Pupi Avati “Il cuore grande delle ragazze” girato completamente nelle Marche. Alla presentazione del nuovo progetto filmico che prevede 5 settimane di riprese nel nostro territorio (molte location interessate l’Aeroporto delle Marche Ancona/Falconara, San Benedetto del Tronto, Grottammare, Monteprandone, Porto d’Ascoli), era presente anche l’assessore regionale alle Attività produttive e Pesca marittima, Sara Giannini a testimoniare non solo il legame di questa pellicola con la cultura marinara e i mestieri del mare, che lo stesso assessorato valorizza da tempo con diverse iniziative, ma anche la risorsa Cinema, come impresa produttiva moltiplicatrice di investimenti e sviluppo dell’indotto. “La Fondazione , infatti-  ha sottolineato la direttrice Stefania Benatti–  in stretta collaborazione con la Regione svolge un ruolo di consulenza per l’intera filiera dell’Impresa Cinema  mettendo a servizio le diverse competenze, riconosciute anche a livello nazionale, organizzando iniziative di animazione culturale e partecipando a numerosi convegni e Festival anche internazionali  per portare il suo contributo, avviare scambi e collaborazioni.”

E l’ultima iniziativa,proprio recentemente, a Madrid, presso l’Ambasciata italiana, dove Anna Olivucci- responsabile di Marche Film Commission –  ha presentato ai produttori cinematografici spagnoli, interessati a progetti di co-produzione, capacità e attrattività del nostro territorio sotto il profilo dell’attività filmica.  Nel corso dell’incontro , organizzato da ICE, con la partecipazione di Italian Film Commission, CINECITTA’ STUDIOS,  Olivucci in qualità di presidente d’Italian Film Commission – carica che condivide pro tempore con Davide Bracco direttore di Torino Piemonte  FC – ha presentato inoltre il quadro nazionale di opportunità, in termini di fund e servizi, offerto attualmente dall’intero sistema delle Film Commission Italiane.

Il noto attore Roberto Álvarez, ha illustrato  la sua esperienza di lavoro in Italia. La produzione audiovisiva spagnola rappresenta una buona opportunità per le imprese italiane del settore. Secondo il Rapporto 2012 della FAPAE (Federación de Asociaciones de Productores Audiovisuales Españoles) la Spagna occupa il quarto posto nella graduatoria europea dei principali paesi produttori di cinema, con una quota del 14% del totale. Nel segmento specifico delle coproduzioni, sono state 56 quelle realizzate, nel 2012, dai produttori spagnoli che hanno scelto Francia, Argentina, Italia e gli Stati Uniti come i primi quattro partner. Da evidenziare, inoltre, che nel 2012 l’Italia è stato il paese con il maggior numero di film spagnoli proiettati, con un totale di 37 titoli. L’attività di proposizione di Marche Cinema Multimedia – Marche Film Commission prosegue incessante e anche la prossima settimana un evento di tutto rilievo. Il 2 dicembre al Ridotto del Teatro delle Muse, per la ripresa dell’iniziativa “l’Ora di Cinema”, l’appuntamento è alle 18:00 con il cast di “ Come il vento”, il film girato ad Ancona ( carcere di Montacuto e alla Gola del Furlo) sulla vita della direttrice Armida Miserere e presentato fuori

 

concorso al recente Festival Internazionale del Film di Roma dove ha riscosso grande successo di critica e pubblico. La proiezione poi alla presenza del regista Marco Simon Puccioni e dei protagonisti, al Cinema Galleria dalle 19.45. (ad’e)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here