Home Consumatori Consumatori Italia

Nel weekend torna l’ora legale: i consigli su come affrontarla

0
CONDIVIDI
Nel weekend torna l’ora legale: i consigli su come affrontarla

Ormai ci siamo, nel weekend arriverà l’ora legale, le giornate si allungano e la mente corre alla bella stagione.

Il passaggio dall’ora solare all’ora legale avverrà nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo 2019. Alle ore 2, precise, infatti le lancette degli orologi andranno spostate avanti di un’ora, dalle 2 alle 3.

Con l’ora legale, verrà sfruttata al massimo la luce solare risparmiando sul consumo energetico.

 

Il repentino cambio di orario può, però, può avere delle conseguenze sul nostro benessere psico-fisico.

I problemi che possono nascere col cambio dell’ora

Diverse persone risentono del passaggio dall’ora solare a quella legale tanto da lamentare i medesimi sintomi che si presentano in caso di jet-lag.

Questi piccoli disturbi, per fortuna, passeggeri, quali alterazioni del sonno, stanchezza e difficoltà di concentrazione, stress e irritabilità, dipendono dalla reazione del nostro corpo alla differenza tra l’orologio interno, il cosiddetto ritmo circadiano, e l’orario esterno.

Il ritmo circadiano regola, infatti, il ciclo sonno-veglia e molti parametri vitali che hanno andamento periodico: fame, rigenerazione cellulare, temperatura corporea.

Anche la sola perdita di un’ora di sonno altera, quindi, per qualche giorno i ritmi dell’organismo.

Coloro che ne risentono di più degli altri sono soprattutto i tiratardi e i mattinieri.

Per cui, anche cambiamenti minimi dei ritmi quotidiani possono causare stress e generare stanchezza, sonnolenza diurna, emicrania, perdita dell’appetito, riduzione dell’attenzione e alterazione dell’umore.

La stanchezza accumulata e la riduzione delle ore di sonno sono anche tra le principali cause di nervosismo, irritabilità e malumore.

Anche i cardiopatici soffronno dello spostamento in avanti delle lancette.

Per quanto riguarda i bambini è importante abituare i più piccoli al nuovo orario gradualmente, anticipando di 15 minuti al giorno l’ora della nanna, per evitare un cambiamento brusco e assicurare loro nel fine settimana gli stessi orari dei giorni lavorativi.

Per quanto riguarda gli adulti, tendono a risentire maggiormente della modifica delle attività e delle abitudini di riposo durante il fine settimana.

Proprio nel weekend è facile soffrire di occasionali mal di testa e soprattutto la domenica sera, quando magri si comincia a pensare alle responsabilità del lunedì, avere difficoltà ad addormentarsi.

Però basta qualche piccolo accorgimento per facilitare l’adattamento dell’organismo.

Ed ecco qualche consiglio su come affrontare al meglio il cambio d’ora

A partire da qualche giorno prima del cambio di orario, anticipare la sveglia di una ventina di minuti o andare a dormire un po’ prima la sera: il tutto aiuterà ad impostare i nuovi ritmi in modo meno traumatico.

Se non si riesce a prendere sonno, sono disponibili, in automedicazione, sedativi leggeri di origine vegetale per favorire il riposo, quali passiflora e valeriana.

Per favorire il riposo meglio consumare, alla sera, pasti leggeri ed evitare alcolici o un eccessivo consumo di caffeina o teina, sostanze che influiscono in maniera determinante sul sonno-veglia.

In caso di mal di testa gli antinfiammatori non steroidei, i cosiddetti Fans, possono notevolmente alleviare il fastidio.

In caso di perduranza di nervosismo ed irritabilità, sono disponibili, sempre in automedicazione, integratori di magnesio che possono aiutare a ritrovare il giusto equilibrio.

E’ importante sforzarsi di fare attività fisica, magari all’aria aperta e al mattino, in modo da godere dei benefici per tutta la giornata e arrivare più stanchi e meno stressati alla sera, facilitando il sonno.

Nel weekend torna l’ora legale: i consigli su come affrontarla

Loading...